Ravvedimento operoso ritenuta d’acconto

Cosa fare se ci si accorge di non aver pagato la ritenuta d’acconto dovuta, oppure se l’importo pagato era sbagliato e quindi è stata versata una somma inferiore rispetto a quella dovuta? In queste situazioni, ossia in caso di omesso o ritardato versamento delle ritenute d’acconto, é possibile rimediare avvalendosi dell’istituto del ravvedimento operoso.

Si tratta sostanzialmente di un metodo per consentire, ai contribuenti e sostituti di imposta, che hanno commesso degli errori, di rimediare allo sbaglio, pagando quanto dovuto, maggiorato di interessi e sanzioni (le sanzioni sono però ridotte, in virtù del meccanismo premiante del ravvedimento).

Tasse

Compilazione F24 e codici tributo

Grazie al ravvedimento operoso, è quindi possibile rimediare agli errori, evitando sanzioni più pesanti. Si dovranno pagare:

  • ovviamente, l’imposta omessa;
  • gli interessi, da calcolarsi dal giorno successivo alla scadenza fino al giorno del versamento;
  • la sanzione (che è ridotta, cosiddetta mini sanzione).

Grazie al ravvedimento si eviterà quindi di pagare la sanzione del 30%, nonchè l’aggio di Equitalia che arriva con la cartella di pagamento (e pari all’8%).

Attenzione, il ravvedimento per le ritenute acconto, va fatto tramite compilazione del modello F24, ma può essere effettuato solo tramite modello F24 telematico. Inoltre, nel modello F24, occorre indicare due importi:

  • ritenuta omessa + interessi, da indicare con codice tributo 1040;
  • la sanzione, da indicare a parte, con codice tributo 8906.

Nel modello F24, vanno quindi indicati solo due importi (ritenuta + interessi) e sanzione e non tre.

Calcolo

Il calcolo degli interessi va effettuato secondo questa formula:

Importo di ritenuta d’acconto non versato X Tasso legale annuo / 365 X giorni di ritardo

L’importo della sanzione invece, è variabile: in base al periodo di ritardo si applica una diversa percentuale di sanzione, ovviamente maggiore è il ritardo, maggiore è la percentuale applicata. A questo link dell’Agenzia delle Entrate é possibile visionare le percentuali di sanzione applicata.

Hai bisogno di aiuto?