Redditometro 2013 auto storiche

Il nuovo redditometro 2013 é il noto strumento dell’Agenzia delle Entrate, messo a punto per stanare gli evasori fiscali, nello specifico é uno strumento che ha lo scopo di rilevare le incongruenze tra le voci di spesa e quanto dichiarato al fisco ogni anno con la dichiarazione dei redditi

Dichiariamo un reddito pari a zero (o quasi), ma poi possediamo ville, appartamenti, auto e moto? Aspettiamoci un controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate. E se invece possediamo auto storiche o anche moto di carattere storico? Queste rientrano nel computo del redditometro? Le quattro e le due ruote d’epoca sono state inserite nel redditometro 2013?

Buone notizie per tutti gli appassionati di moto e auto storiche: non sono inserite nel redditometro 2013. Il fisco considera questi veicoli come patrimonio culturale e non un bene utilizzato per la quotidianità. Il decreto del 2010 che prevedeva che fossero inserite nel calcolo del reddito quindi, non é da considerarsi, poiché appunto non teneva conto del fatto che questi mezzi non possono essere considerati ordinari, ma “veicoli atipici”.

Per tutti gli appassionati, questo rappresenta sicuramente una vittoria. L’argomento era già stato affrontato qualche tempo fa anche a Roma, durante un convegno organizzato dall’ASI (Automotoclub Storico Italiano), durante il quale era stata appunto sottolineata la necessità di differenziare la auto d’epoca con quelle utilizzate per esigenze della vita di affari. Un mero gusto collezionistico e non un abituale mezzo di trasporto.

Hai bisogno di aiuto?