Ritardo pagamento mutuo: ecco cosa succede

La sottoscrizione di un mutuo ipotecario, che sia intestato a una singola persona oppure cointestato, che preveda il pagamento di una rate mensile o semestrale, comporta sempre un importante impegno. Ecco perchè è bene scegliere sempre rate che sarai in grado di rispettare, almeno presumibilmente.

Cosa succede in caso di mancato pagamento del mutuo? Quali sono le conseguenze di un ritardo nel pagamento? Le conseguenze partono da subito, quindi anche in caso di ritardo di un giorno, oppure dopo un tot tempo? In questa guida daremo una risposta alle domande più frequenti.

Mutuo

Le conseguenze

Allora, innanzitutto non preoccuparti se hai ritardato il pagamento di uno o pochi giorni. La banca non azionerà certo una questione burocratica nè debitoria per uno o pochi giorni di ritardo.

Se trascorre un mese e non provvedi a pagare, la banca ti invierà un sollecito di pagamento. Se in questo frangente (entro 180 giorni) paghi la rata, allora non ci saranno conseguenze, ma potresti essere chiamato a pagare, oltre ovviamente alla rata del mutuo, anche gli interessi di mora derivanti dal ritardato pagamento. Di solito il tasso di interesse è di 2 o 4 punti percentuali in più rispetto a quello del mutuo. Per esempio, se il mutuo ti è stato concesso al 5%, il tasso di interesse moratorio potrebbe oscillare tra il 7% e il 9%.

Oltre 180 giorni

Se trascorrono più di 180 giorni e non paghi la rata, scatta il decreto ingiuntivo di pagamento, a cui seguirà il pignoramento. Al decreto ingiuntivo potrai opporti ma, trascorsi il tempo per appellarsi all’ingiunzione, la casa sarà viene pignorata e messa all’asta.

Prima del pignoramento, ti sarà data l’ultima possibilità per pagare. Dopodichè si procederà con il pignoramento e la messa all’asta. Se la vendita all’asta dell’immobile non sarà sufficiente a coprire il mutuo della banca, ti potrà chiedere una differenza in denaro.

Come evitare il pignoramento della casa: sospensione o rinegoziazione

Hai perso il lavoro e sai che non potrai pagare la rata? Informa subito la banca della tua situazione e chiedi la sospensione delle rate del mutuo (è una possibile soluzione, prevista dal piano famiglie dell’ABI).

In alternativa, se per esempio le rate del mutuo sono diventate per te troppo onerose, chiedi alla banca di rinegoziare il contratto, per esempio riducendo l’importo della rata ma allungandone la durata.

Hai bisogno di aiuto?