Se mi laureo a marzo devo pagare le tasse

Frequenti l’università La Sapienza, l’università di Bologna, di Bari, di Milano e quest’anno finalmente ti laurei? Eri sicuro di farcela entro dicembre, ma purtroppo, come spesso avviene, all’ultimo momento hai avuto degli imprevisti: la tesi da aggiornare, nuovi particolari da aggiungere, il tempo che non basta mai. E quindi la seduta di laurea di dicembre é saltata.

Ti stai chiedendo se, laureandoti entro marzo, sarai obbligato a pagare le tasse universitarie per l’anno accademico successivo. Se ti fossi laureato entro dicembre, avresti risparmiato la rata, mentre non sei sicuro per quanto riguarda il mese di marzo. Di seguito troverai la risposta alla tua domanda e una serie di indicazioni utili se la tua laurea dovesse slittare ulteriormente (a luglio per esempio).

Se ti laurei entro il mese di marzo, NON DEVI pagare le tasse, poichè è l’ultima sessione per laurearti per l’anno accademico in corso, per cui puoi stare tranquillo, anche se gli ultimi esami li sosterrai a gennaio/febbraio.

Se invece la tua data di laurea dovesse slittare ancora, al mese di luglio, e tu non hai pagato le tasse perchè pensavi di finire in primavera, allora dovrai fare l’iscrizione (in ritardo), pagare il bollettino mav della prima rata + una mora per l’iscrizione in ritardo.

In alternativa, puoi iscriverti comunque all’anno successivo, e se ti laurei a marzo ti rimborseranno circa l’80% della rata pagata e non dovuta (dovrai fare un’appoosita richiesta di rimborso presso la segreteria della tua facoltà).

Hai bisogno di aiuto?