Tasse su seconda casa all’estero, quando e come si pagano

Possiedi una casa in Francia, in Svizzera, Germania, oppure in un Paese estero Extra UE? Allora sappi che dovrai pagare la tassa sulla seconda casa detenuta all’estero e che si chiama IVIE, acronimo di Imposta sul valore degli immobili situati all’estero. Di seguito come calcolare e pagare l’IVIE, come dichiarare la seconda casa all’estero sul modello 730 o modello Unico.

Soggetti obbligati a pagare l’IVIE:

– proprietari di fabbricati e terreni qualunque sia l’uso a cui sono destinati.
– titolari dei diritti reali di usufrutto, di diritto di uso o abitazione, enfiteusi e superficie;
– concessionari di aree demaniali;
– locatari di immobili connessi in locazione finanziaria.

Euro lira casa

Come calcolare l’IVIE

Come specificato dall’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 28/E del 2/07/2012, l’aliquota da applicare è pari, ordinariamente, allo 0,76% del valore dell’immobile. Il valore dell’immobile, di solito, coincide con il costo risultante dall’atto di acquisto o dal costo risultante dagli atti per l’acquisto di altri diritti. Se l’immobile é stato costruito, il valore corrisponde al costo di costruzione risultante dalla relativa documentazione.

L’aliquota scende allo 0,4% se la casa é adibita ad abitazione principale. In questo caso, é possibile detrarre 200 euro dall’importo calcolato (ossia dallo 0.4% del valore dell’immobile). Se quindi l’importo IVIE da pagare è inferiore a 200 euro, si è esenti.

Dichiarazione dei redditi

Per dichiarare il valore della seconda casa all’estero, occorre compilare il quadro RW.

Hai bisogno di aiuto?