Vivere in Italia e lavorare in Svizzera: ecco come

Abbiamo deciso di fare il grande passo e adesso facciamo sul serio: vogliamo andare a lavorare all’estero. Il Nord Europa ha per anni rappresentato una speranza per gli italiani in fuga dalle zone più povere del Paese, e ancora oggi rappresenta una speranza per chi non riesce a trovare un lavoro nella propria patria. La Svizzera per esempio é una di quelle nazioni che ancora oggi attira italiani in cerca di fortuna.

Vivere in Italia e lavorare in Svizzera si può? Certo che si può e in molti lo fanno. Nella guida di oggi vedremo quale percorso seguire per la ricerca di un impiego nella Svizzera italiana e soprattutto, i pro e i contro di questa scelta.

Se abbiamo deciso di cercare lavoro in Svizzera, dobbiamo fare esattamente le stesse cose che faremmo se cercassimo un lavoro in Italia: mandare curriculum, fare colloqui ed essere costanti nella ricerca. Possiamo affidarci a più agenzie di recruitment svizzere (sia presentandoci di persona, sia on line) oppure mandare il curriculum direttamente alle aziende (sui loro siti internet aziendali). A questo link un elenco delle principali agenzie di lavoro in Svizzera e i relativi siti.

Le agenzie, come in Italia, fanno da tramite tra l’azienda e il lavoratore, seguono tutta la fase di selezione e, una volta scelto tra i candidati, l’assunzione viene formalizzata dall’azienda richiedente.

Quali sono i pro e i contro del vivere in Italia e lavorare in Svizzera?

Vantaggi:

– il livello del salario è del 50% (in media) più alto rispetto all’Italia.
– In Svizzera gli stipendi sono alti, ma anche il tenore di vita e i prezzi sono alti. Rimanendo in Italia quindi, si mantiene intatto un certo potere di acquisto dello stipendio: la vita in Italia è molto meno cara.
– Servizio Sanitario Italiano: essendo residenti in Italia potremo mantenerlo. La sanità svizzera è molto cara.
– In Italia il costo delle abitazioni é di molto inferiore rispetto alla Svizzera.
– Assenza quasi totale di precariato: le assunzioni quasi sempre avvengono sin dal primo giorno a tempo indeterminato.

Svantaggi:

– il lavoro a tempo indeterminato non rappresenta una certezza come per noi italiani: in Svizzera infatti le aziende possono licenziare a loro discrezione e questo da una parte caratterizza il mercato del lavoro svizzero di una continua evoluzione, dall’altra però mette il lavoratore in una condizione più critica.
– Lo stipendio viene pagato in franchi svizzeri, per cui il valore reale é legato all’andamento del cambio Euro/CHF.
– Se abitiamo in un comune vicinissimo al confine svizzero (Viconago, Cadagliano, Marchirolo, Ronchi, Ronago, etc.), non avremo problemi nel percorrere pochi km prima di arrivare sul posto di lavoro. Più difficile la situazione se siamo troppo lontani dal confine e quindi costretti a percorrere decine e decine di km.

Hai bisogno di aiuto?