Voluntary disclosure sanzioni penali e amministrative

La voluntary disclosure è un istituto che permette di regolarizzare la propria posizione con il fisco, a quei contribuenti privati e società, che hanno trasferito all’estero investimenti, capitali o attività, senza dichiararli al fisco italiano (tramite il quadro RW della dichiarazione dei redditi).

In questo modo, chi detiene illecitamente, senza dichiararli, capitali all’estero, ha diritto a ottenere una sanzione ridotta rispetto a quanto pagherebbe se fosse “scoperto” dal fisco. E’ quindi un meccanismo premiante per chi, volontariamente, comunica l’illecito all’Agenzia delle Entrate.

Tasse

Chi aderisce alla voluntary discolsure, sostanzialmente, ha diritto a due tipologie di benefici:

  • Sanzioni amministrative in misura ridotta.
  • Benefici penali in caso di commissione di reati tributari (l’illecito fiscale diventa reato tributario quando supera un determinato importo). Grazie alla collaborazione, si ha diritto ai seguenti vantaggi:
  1. nessuna pena per i reati di omessa o infedele dichiarazione; significa quindi che, in caso di collaborazione volontaria del contribuente, egli non rischierà più il carcere per omessa o infedele dichiarazione.
  2. riduzione della pena in caso di dichiarazione fraudolenta. In questo particolare caso, è previsto solo uno sconto della pena.

Esempio calcoli

Per omessa compilazione del quadro RW Della dichiarazione dei redditi, è prevista una sanzione amministrativa che va dal 3% al 15% dell’importo non dichiarato. La percentuale aumenta fino al 30% se l’importo è detenuto in Paesi a fiscalità privilegiata (ex Black List).

Queste sono le sanzioni amministrative che vengono applicate ai contribuenti che vengono “beccati” dal fisco. Se invece il contribuente, volontariamente, dichiara l’importo prima che il fisco inizi i controlli e invii notifica, aderendo quindi alla voluntary disclosure, pagherà una sanzione ridotta, che varia, a seconda dei casi, da un minimo dello 0,5% a un massimo del 3%.

In caso di omessa o infedele dichiarazione dei redditi, le sanzioni vanno dal 100% al 400% dell’imposta dovuta, La legge non prevede specifici benefici per la volontary discolsure, ma l’Agenzia delle Entrate può applicare, discrezionalmente, uno sconto del 50%.

Hai bisogno di aiuto?