Avevi intenzione di comprare una bella bicicletta nuova, oppure una bici elettrica, a pedalata assistita, o perché no un monopattino o un segway: tutti modi per continuare a spostarti contribuendo alla salvaguardia dell’ambiente! Il decreto Rilancio seguito all’emergenza coronavirus, ha un serbo una misura interessante per te.

In questa guida completa sul bonus biciclette ti spiego cos’è e come funziona, cosa puoi comprare (tipologie di veicoli inclusi nell’incentivo), a chi spetta, come richiederlo, come si calcola su bici classiche, elettriche (tradizionali o pieghevoli), monopattini, hoverboard, biciclette a pedalata assistita.

Cos’è e come funziona

L’emergenza coronavirus ha stravolto la vita di tutti e le misure di contenimento del contagio hanno modificato molte abitudini e usi. Con la ripresa del lavoro, il governo ha deciso di incentivare la mobilità individuale, soprattutto con mezzi di trasporto green.

L’uso dei mezzi pubblici infatti, ha delle regole importanti da rispettare: distanze di sicurezza, numero massimo di passeggeri a bordo. Quindi non è semplice per tutti usare questi mezzi di trasporto. Ecco perché, chi può cerca di organizzarsi con mezzi propri.

L’uso delle auto, soprattutto quelle maggiormente inquinanti, ha un impatto non indifferente sull’ambiente, soprattutto considerando la quantità di auto che possono essere in circolazione. Ecco perché il governo ha deciso di incentivare la mobilità sostenibile.

Il Decreto Rilancio approvato nel mese di maggio, all’art. 205 “Misure per incentivare la mobilità sostenibile” prevede un bonus mobilità pari al 60% del costo pagato, fino a un massimo di 500 euro, per acquisti effettuati dal 4 maggio fino al 31 dicembre 2020.

Quindi, se per esempio compri una bicicletta a pedalata assistita che costa 1.300 euro, il 60% di 1.300 euro è 780 euro. Hai diritto al bonus, ma pari solo a 500 euro, ossia la misura massima possibile.

Altro esempio: compri un segway al costo di 400 euro. Il 60% di 400 euro è 240 euro. Hai diritto a un bonus di 240 euro.

Cosa comprare

Hai diritto al bonus mobilità se compri:

  • Biciclette classiche;
  • Biciclette elettriche;
  • Biciclette a pedalata assistita;
  • Veicoli di mobilità personale a impulso in prevalenza elettrico (segway, hoverboard, monopattini;
  • Servizi di mobilità condivisa a utilizzo individuale ad esclusione di automobili.

A chi spetta

Il bonus spetta a chi vive in uno dei seguenti comuni:

  • Capoluogo di regione;
  • Capoluogo di Provincia;
  • Città metropolitana;
  • Comune con più di 50.000 abitanti.

Puoi richiedere il bonus una sola volta. Quindi se compri una bicicletta hai diritto al bonus. Se in futuro compri un’altra bicicletta, oppure un segway oppure un monopattino, il bonus non ti spetta più perché ne hai già usufruito.

Attenzione

Possono usufruire del bonus solo i maggiorenni.

Come richiederlo

Al momento manca il decreto attuativo che indichi come usufruire del bonus bicicletta. Le ipotesi sono varie:

  1. Pagamento del prezzo pieno del veicolo al commerciante. Dopo aver comprato il veicolo, scontrino alla mano, si potrebbe andare su un sito predisposto ad hoc per chiedere il rimborso.
  2. Sconto diretto sullo scontrino/fattura. In questo modo i cittadini hanno lo sconto subito, i commercianti poi inseriscono la vendita su uan specifica piattaforma e chiedono il rimborso allo stato. Oppure usano la somma come credito di imposta in compensazione di altre tasse da pagare.
  3. Pagamento del prezzo pieno al negoziante e poi inserimento in dichiarazione dei redditi l’anno successivo in modo da ottenere un rimborso IRPEF pari al 60% del prezzo speso. Per capire come intende muoversi il governo quindi, bisogna attendere il decreto attuativo.

Continua a seguire questo post: appena sarà varato il decreto attuativo provvederemo ad aggiornarlo con le dovute indicazioni.

Monopattini

I monopattini sono dei veicoli che solitamente funzionano con la forza della persona che lo comanda, composti da due ruote, una pedana (tipo piccolo surf) su cui poggiare i piedi, un manubrio alto su cui posare le mani e tramite il quale controllare il mezzo. Esistono anche i monopattini elettrici.

Il bonus mobilità si applica anche ai monopattini, dunque sull’importo speso per l’acquisto, hai diritto a un bonus pari al 60%, fino a un rimborso massimo di 500 euro.

Elettriche

Il bonus spetta non solo per l’acquisto delle biciclette tradizionali, ma anche per l’acquisto delle bici a pedalata assistita e delle biciclette elettriche (anche le biciclette elettriche pieghevoli). Alcune persona confondono le biciclette elettriche con quelle a pedalata assistita, invece ci sono delle differenze.

La bicicletta elettrica ha un motore elettrico (batteria al lituo ricaricabile) che funziona anche se non pedali. Quindi puoi decidere se pedalare oppure attivare il motore elettrico e quindi usare la bici come un motorino.

Pedalata assistita

La bicicletta a pedalata assistita è una bici con un motore elettrico. Però questa bicicletta non si può utilizzare come un motorino: semplicemente se attivi il motore, esso ti alleggerisce la pedalata, ma per continuare il percorso devi comunque pedalare.

Come dice il nome stesso, è una bici con la pedalata assistita, ossia una bici che ti aiuta nella pedalata, ma non la sostituisce.

Segway

Lo scopo di questo bonus è quello di incentivare la mobilità green: acquistare una bicicletta, che sia tradizionale, a pedalata assistita, elettrica, oppure un veicolo più moderno come un segway, è un modo per spostarsi senza danneggiare l’ambiente. Un metodo per continuare a vivere gli spostamenti, con un senso di maggiore rispetto per ciò che ci circonda.

L’uso di questi veicoli è importante soprattutto nei centri abitati, dove ci si può spostare tranquillamente senza macchina. Il bonus bici è dedicato solo a città metropolitane, capoluoghi di provincia, regioni e comuni più densamente abitati, nello specifico comuni con più di 50.000 abitanti.

Città metropolitana

Chi vive in piccoli comuni appartenenti a città metropolitane, può usufruire di questo interessante incentivo. Ad esempio sappiamo che la città metropolitana di Milano comprende la città di Milano e tutti i comuni della provincia, così per la città metropolitana di Roma e tutte le altre città metropolitane presenti in Italia.

Quindi anche gli abitanti di comuni piccoli facenti parte di una città metropolitana possono usufruire del bonus e non solo chi vive nelle grandi città. A questa pagina puoi conoscere l’elenco completo delle città metropolitane in Italia, per sapere se il tuo comune ne fa parte.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy