La Regione Lazio ha lanciato l’iniziativa Nessuno escluso, che comprende una serie di aiuti economici per le categorie più svantaggiate e che, nel momento di emergenza coronavirus, si sono trovate in una situazione di maggiore difficoltà. La misura in questo caso è rivolta agli studenti universitari iscritti a una università della Regione Lazio.

In questa guida completa sul bonus Connettività Studenti regione Lazio ti spiego cosa comprende il bonus, cosa si può comprare, come richiederlo, quali documenti servono per inoltrare la domanda, come funzionano le graduatorie e per quanto tempo conservare scontrini o ricevute di acquisto.

Regione Lazio

A causa dell’emergenza coronavirus molte scuole sono state chiuse e gli studenti hanno dovuto iniziare a seguire le lezioni tramite internet e computer. Purtroppo però, ci sono delle famiglie in difficoltà economiche, che non hanno la possibilità di provvedere ai figli i mezzi necessari, quali computer, oppure tablet, chiavette internet, modem o quant’altro occorra per lo studio a distanza.

La Regione Lazio ha pensato a un aiuto, il bonus connettività studenti, che rientra nel progetto “Nessuno Escluso” e che riconosce una somma di denaro agli studenti che si trovano in una situazione di difficoltà, in modo da poter acquistare tutto il necessario per uno studio completo e al pari di tutti gli altri compagni.

250 euro

Il bonus ammonta a 250 euro una tantum, significa che li ricevi una volta e basta, non ogni mese. Con questo denaro potrai comprare tutte le attrezzature necessarie per poter continuare i tuoi studi a distanza.

Una volta ricevuto il bonus, devi spendere l’intera somma per acquistare strumenti e mezzi di connessione, conservare scontrino e ricevute, perché tu possa esibirle se in futuro la Regione dovesse chiedertele. Scontrini e ricevute infatti, non vanno allegati né spediti successivamente alla domanda, semplicemente devi conservarli per 5 anni.

Requisiti

Ecco i requisiti previsti dal bonus connettività studenti:

  1. Cittadinanza italiana o europea. Il bonus è aperto anche agli stranieri extracomunitari, purché siano titolari di permesso di soggiorno;
  2. Residenza o domicilio nella Regione Lazio. Come vedi quindi non è necessario avere la residenza, il bonus è aperto anche a chi ha solo il domicilio: quindi se sei uno studente fuori sede che ha mantenuto la residenza dai genitori ma hai domicilio in Lazio, hai diritto al bonus;
  3. ISEE università non oltre 20.000 euro;
  4. Iscrizione a un università (statale o non) per l’anno accademico 2019/2020;
  5. Avere un conto corrente bancario o postale a te intestato, perché la Regione eroga il bonus solo su IBAN. Vanno benissimo anche le prepagate con IBAN.

Attenzione

È molto importante che l’IBAN sia intestato a te, quindi non a un tuo familiare. Se non possiedi un conto corrente, prendi una carta prepagata con IBAN. È economica e risolve il problema.

Come richiederlo

Partecipare al bando è molto semplice, ecco i passi da seguire:

  1. Registrati al sito internet Generazioni Emergenza, basta scendere in basso alla pagina e cliccare su Registrati;
  2. Dopo aver scelto username e password, ti arriva un’email con un link da cliccare per confermare l’iscrizione;
  3. Ora che hai un account verificato puoi inoltrare la tua domanda. Vediamo come si fa.

Domanda

Una volta loggato al sito, scarica il modulo di domanda relativo alla MISURA 5 – Bonus connettività studenti. Dopo averlo compilato, scansionalo e allegalo al sito in formato PDF, insieme ai seguenti documenti:

  • Autocertificazione iscrizione all’anno accademico. 2019/2020 in una università della Regione Lazio.
  • Autocertificazione ISEE 2019 Università che dimostri un indicatore non oltre i 20.000 euro. Se non possiedi la dichiarazione ISEE 2019, basta una stima presuntiva del tuo ISEE, che puoi ottenere tramite questo servizio INPS.

La mancanza di uno solo di questi documenti, ti farà perdere il diritto al bonus.

Una volta caricato il modulo di domanda e tutti i documenti, in ogni momento puoi loggarti al sito tramite username e password ottenuti in fase di registrazione, per controllare lo stato di avanzamento della domanda.

Tempi di attesa. Entro un mese dovresti ricevere il bonus sul tuo conto.

Graduatoria

La Regione Lazio paga i bonus in base all’ordine cronologico di arrivo, quindi nel momento in cui esaurisce i fondi, non paga più il bonus anche agli aventi diritto.

La Regione ha dedicato 4,8 milioni di euro a questo bonus, erogherà il denaro fino ad esaurimento fondi: si tratta di una somma cospicua, che sicuramente aiuterà moltissime famiglie. Ma per non rischiare di arrivare tardi, compila al più presto la tua domanda.

Cosa si può comprare

Grazie a questo bonus puoi compare gli strumenti utili alla connessione internet, quindi allo studio da remoto. Ad esempio:

  • PC/notebook,
  • Modem;
  • Tablet;
  • Schede sim per la connessione internet.

L’acquisto deve essere effettuato tra il 1 febbraio e il 31 agosto 2020. Devi conservare gli scontrini per almeno 5 anni, perché la Regione potrebbe chiederti prova della spesa. Gli scontrini non devi allegarli alla domanda, neanche successivamente, basta solo conservare gli scontrini in modo da esibirli su eventuale richiesta.

Questo bonus ha lo scopo di aiutare le famiglie in difficoltà, che non dispongono di sufficienti mezzi di sostentamento al fine di garantire ai propri figli un adeguata strumentazione per la connessione web. Le università infatti, hanno dovuto sospendere le classiche lezioni e si sono adeguate allo studio a distanza, per il quale sono necessari computer e internet.

Il bonus spetta per ogni ragazzo. Quindi se i ragazzi universitari sono due, allora ognuno di loro può fare una domanda e ottenere un proprio bonus, da spendere in attrezzatura informatica e per la connessione web.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy