A causa dell’emergenza coronavirus hai perso l’occupazione, oppure il datore di lavoro ha sospeso dalla tua attività. Purtroppo non hai i requisiti per ottenere cassa integrazione, indennità di disoccupazione (Dis coll o Naspi) e neanche il reddito di cittadinanza. La Regione Lazio dedica un aiuto proprio alle persone che si trovano nella tua situazione.

In questa guida completa sul bonus disoccupati e sospesi dal lavoro ti spiego cos’è e come funziona questo aiuto, quali sono i requisiti per accedere, come fare domanda, quali sono i documenti necessari da allegare e infine le tempistiche di attesa per l’accredito.

Regione Lazio

La Regione Lazio ha deciso di destinare 40 milioni di euro alle categorie più svantaggiate: grazie all’iniziativa Nessuno Escluso, la regione riconosce un aiuto economico a:

  • Tirocinanti che hanno perso o sospeso l’attività a causa del coronavirus;
  • Colf e badanti;
  • Lavoratori che operano in ambito digitale;
  • Studenti;
  • Disoccupati.

In questa guida ci occupiamo proprio dell’ultima categoria: vediamo in cosa consiste il bonus disoccupati e sospesi dal lavoro, i requisiti per ottenerlo e come fare domanda.

Requisiti

Il bonus disoccupati e sospesi dal lavoro nella Regione Lazio consiste in un bonus di 600 euro, erogati solo una volta (quindi una tantum, non ogni mese) a chi presenta tutti seguenti requisiti:

  1. Cittadinanza italiana, europea, o extracomunitaria (in quest’ultimo caso occorre possedere regolare permesso di soggiorno);
  2. Residenza o domicilio nella Regione Lazio. Non è quindi necessario risultare residenti, basta possedere domicilio, ossia vivere in una qualsiasi città della Regione Lombardia in cui si coltivano i propri affari e interessi. Clicca qui se vuoi conoscere meglio la differenza tra residenza e domicilio;
  3. Condizione di disoccupazione oppure titolare di partita IVA di attività che ha dovuto chiudere a causa dell’emergenza (ai sensi del decreto cura Italia) oppure titolare di contratto di collaborazione senza partita IVA presso attività che ha dovuto chiudere a causa dell’emergenza;
  4. ISEE ordinario 2019 non maggiore di 20.000 euro.

Attenzione

Il bonus disoccupati e sospesi dal lavoro è incompatibile con il reddito di cittadinanza, ammortizzatori sociali (per esempio cassa integrazione, o NASPI) e ulteriori contributi nazionali, regionali o europei erogati per disoccupazione. Se quindi percepisci già uno di questi aiuti, non hai diritto al bonus disoccupati della regione Lazio.

L’unico ammortizzatore sociale concesso, che quindi non crea incompatibilità è la pensione di invalidità: se percepisci pensione di invalidità, puoi chiedere anche il bonus disoccupati regione Lazio, chiaramente purché tu possieda tutti i requisiti di cui sopra.

Documenti necessari

Per presentare la domanda del bonus disoccupati e sospesi dal lavoro, occorrono i seguenti documenti:

  1. Documento di identità, permesso di soggiorno se sei straniero extracomunitario;
  2. Autocertificazione ISEE ordinario 2019 attestante un valore non maggiore di 20.000 euro. Ti faccio notare che è sufficiente l’autocertificazione, quindi basta un semplice modulo che puoi compilare semplicemente tu, senza dover andare da CAF o consulenti fiscali. Mi raccomando però, quello che dichiari deve corrispondere a realtà: se sei sicuro che il tuo ISEE 2019 non supera i 20.000 euro allora va benissimo l’autocertificazione. Se però hai qualche dubbio, non sei sicuro di essere entro la soglia, allora rivolgiti a un CAF/patronato per il calcolo dell’ISEE;
  3. Domanda di partecipazione compilata e firmata (di seguito vedremo il modulo).

Qui invece puoi scaricare un fac simile autocertificazione ISEE da compilare. Ti sottolineo ancora una volta, di usare l’autocertificazione solo se sei sicuro che il tuo ISEE ordinario 2019 non supera i 20.000 euro. Se hai qualche dubbio, al posto dell’autocertificazione, rivolgiti a un CAF/patronato per chiedere il calcolo esatto del tuo ISEE e quindi la certificazione rilasciata appunto da CAF/patronato.

Scarica subito il modulo fac simile compilabile WORD dell’autocertificazione ISEE.

Domanda

La domanda va presentata esclusivamente online sul sito Generazioni Emergenza. La Regione Lazio non accetta domande ricevute in altro modo (posta raccomandata, ordinaria, ecc.). Una volta che ti sei collegato al sito, vai in basso alla pagina e clicca su Registrati oppure su Accedi (se sei già registrato).

La registrazione è semplicissima: devi inserire i tuoi dati, inserire la tua email (non occorre la PEC ma basta una semplice mail ordinaria) e quindi fare domanda per la MISURA 4 – Disoccupati e sospesi dal lavoro.

A questo punto il sistema ti chiedere di inserire i tuoi dati e poi ti permette di scaricare il modulo di domanda. Una volta scaricata la domanda, la devi stampare e compilare e poi scansionare, in modo da caricarla di nuovo sul sito in formato PDF, insieme al tuo documento di identità e all’autocertificazione ISEE (sopra trovi il modello fac simile ISEE).

Ricorda di inserire il tuo IBAN nella domanda, perché una volta accettata, la Regione Lazio ti eroga il bonus su un IBAN e non per assegno o con altro metodo. Va bene un conto corrente bancario o postale, ma anche una carta prepagata con IBAN (tipo Postepay Evolution).

Dopo aver inviato la domanda, puoi sempre accedere al sito, con le credenziali che hai creato (username e password) e controllare lo stato di avanzamento della stessa. Per quanto riguarda i tempi di erogazione, entro un mesetto dovresti ricevere il tuo bonus, se possiedi tutti i requisiti.

Attenzione

Fai attenzione a compilare la domanda: se sbagli a inserire qualche dato, la domanda non è modificabile. In tal caso devi attendere il rigetto della domanda e presentarne una ex novo.

La domanda è individuale. Quindi se nello stesso nucleo familiare ci sono per esempio più disoccupati, possono presentarla tutti, nel rispetto sempre dei requisiti spiegati nei passi precedenti.

La regione Lazio purtroppo non ha fondi inesauribili: quindi pagherà il bonus secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Nel momento in cui la regione finisce i fondi, anche se la tua domanda è stata accettata, purtroppo non riceverai alcun bonus. Ti conviene quindi cercare di agire il prima possibile.

L’emergenza coronavirus purtroppo ha destabilizzato le vite di molte persone: non solo la crisi sanitaria, ma anche quella economica, che ha portato all’interruzione del lavoro, cassa integrazione, problemi economici alle famiglie.

Purtroppo però non tutti posseggono i requisiti per accedere alla cassa integrazione oppure all’assegno di disoccupazione. Il bonus disoccupati è infatti dedicato a tutti coloro che hanno perso il lavoro, oppure sono stati sospesi dal datore di lavoro, non percepiscono stipendio e nessuna indennità di aiuto.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy