CCNL vigilanza privata

Il contratto collettivo nazionale, è un accordo stipulato tra le varie parti sindacali (dei lavoratori e dei datori di lavoro) allo scopo di trovare una regolamentazione comune del lavoro, delle assunzioni e degli eventuali contenziosi che potrebbero sorgere durante il rapporto lavorativo.

In questa guida completa sul CCNL vigilanza privata e servizi fiduciari ti spiego cosa prevede il contratto, quali sono livelli e mansioni, tabelle retributive, come funziona il lavoro notturno e le relative indennità, come funzionano permessi, ferie e festività.

Cos’è e contratto

La normativa sul CCNL vigilanza privata e servizi fiduciari si è evoluta nel tempo: vari decreti (prima il D.P.R. n. 153/2008, poi il D.M. n. 269/2010), hanno riconosciuto una dimensione importante a questo settore, hanno introdotto nuovi e specifici requisiti per gli Istituti di vigilanza e delineato l’ambito di intervento.

Il CCNL vigilanza privata e servizi fiduciari, è il contratto nazionale stipulato tra le associazioni dei datori di lavoro e quelle dei lavoratori, che tratta tutti gli aspetti di questo settore, l’ambito in cui opera, i rapporti tra datore di lavoro e dipendenti (a tempo indeterminato e, laddove compatibile con la normativa nazionale, a tempo determinato). Si compone di una parte unica e una sezione esclusivamente dedicata ai servizi fiduciari.

Il CCNL si ispira ai seguenti principi:

  • Tutela dell’azienda e dei lavoratori impiegati;
  • Coinvolgimento delle parti al fine di trovare le soluzioni di maggior tutela;
  • Valorizzazione del capitale umano;
  • Regolamentazione in caso di contenziosi.

Livelli e mansioni

Come detto in apertura, il CCNL si divide in due parti: una dedicata ai lavoratori assunti da imprese operanti nella vigilanza privata e un’altra dedicata ai lavoratori assunti nelle imprese operanti nei servizi fiduciari. Vediamo livelli e mansioni previste in entrambe le categorie.

Vigilanza privata

Il CCNL vigilanza privata prevede, come tutti i CCNL, degli specifici livelli con cui il datore di lavoro può assumere i dipendenti. I livelli sono i seguenti:

  • Quadro, sono i lavoratori che hanno funzioni di responsabilità di un’intera area;
  • Livello 1;
  • Livello 2;
  • Livello 3;
  • Livello 4;
  • Livello 5;
  • Livello 6.

I primi livelli sono quelli che hanno maggiori responsabilità, comportano la responsabilità del coordinamento di un gruppo di persone e di conseguenza uno stipendio più alto, fino all’ultimo livello (livello 6) che comprende i lavoratori che svolgono operazioni semplici per le quali non occorre specifica specializzazione.

Di seguito puoi scaricare l’elenco preciso delle varie mansioni previste per i Quadri e per i singoli livelli:

Livelli e mansioni CCNL vigilanza privata

Scarica subito la tabella con i livelli e mansioni previsti dal CCNL.

Servizi fiduciari

Le aziende di servizi fiduciari, operano nei seguenti settori:

  • Sicurezza non armata;
  • Portierato per imprese o portierato per condomini;
  • Registrazione di persone in entrata e mezzi che accedono nell’impresa;
  • Verifica dei documenti di trasporto;
  • Accoglienza della clientela;
  • Vigilanza degli impianti di allarme e videosorveglianza.

Il CCNL prevede i seguenti livelli di assunzione nelle imprese fiduciarie:

  • Livello A, dipendenti con mansioni di direzione e controllo;
  • Livello B, responsabili;
  • Livello C, coordinatori;
  • Livello D, operatori;
  • Livello E, ossia dipendenti che svolgono mansioni del livello D, assunti da 13 a 24 mesi;
  • Livello F, ossia dipendenti che svolgono mansioni del livello D, per i primi 12 mesi di assunzione;
  • Lavoratori di primo ingresso, ossia dipendenti con età oltre 29 anni, disoccupati da più di 12 mesi e assunti per la prima volta a tempo indeterminato.

Di seguito puoi scaricare l’elenco preciso delle varie mansioni previste per i singoli livelli:

Livelli e mansioni CCNL servizi fiduciari

Scarica subito la tabella con i livelli e mansioni previsti dal CCNL.

Tabelle retributive

Vigilanza privata

Di seguito trovi le tabelle retributive previste per i lavoratori assunti dalle imprese di vigilanza privata (artt. 105 – 120 CCNL):

Tabelle retributive CCNL vigilanza privata

Scarica subito le tabelle retributive previste per tutti i livelli della vigilanza privata.

Servizi fiduciari

Di seguito trovi le tabelle retributive previste per i lavoratori assunti dalle imprese di servizi fiduciari (artt. 142 – 46 CCNL):

Tabelle retributive CCNL servizi fiduciari

STabelle retributive CCNL vigilanza privata

Scarica subito le tabelle retributive previste per tutti i livelli delle imprese operanti nei servizi fiduciari.

Lavoro notturno

Vigilanza privata

Nella vigilanza privata, il lavoro notturno è considerato parte integrante dell’attività di lavoro, dunque il lavoro notturno a se stante non ha una retribuzione a parte: l’indennità giornaliera è già conglobata nella paga base.

Piuttosto, come puoi vedere nella tabella che puoi scaricare di seguito, il CCNL ti riconosce ulteriori indennità giornaliere in caso di mansioni particolari, per esempio:

  • Lavoro notturno su strada, trasporto valori;
  • Vigilanza fissa notturna in sala conteggio di denaro, centrale operativa;
  • Trasporto scorta valori;
  • Vigilanza fissa in sala conteggio di denaro, centrale operativa;
  • Ruoli amministrativi.

Indennità vigilanza privata

Scarica subito le tabelle con le indennità aggiuntive della vigilanza privata.

l CCNL vigilanza prevede due particolari sistemi di lavoro:

  • Sistema 5 + 1, che consiste in un orario di lavoro massimo di 7 ore giornaliere e una settimana lavorativa composta da 5 giorni di lavoro e 1 di riposo (art. 65 CCNL);
  • Sistema 6 + 1 + 1, che consiste in un orario di lavoro massimo di 7 ore e 15 minuti giornalieri e una settimana lavorativa composta da 5 giorni di lavoro + 1 di riposo settimanale + 1 giorno di permesso (art. 66 CCNL).

Servizi fiduciari

Ai dipendenti delle imprese operanti nei servizi fiduciari, l’art. 130 del CCNL riconosce le seguenti maggiorazioni in caso di lavoro notturno (ossia compreso tra le ore 22 e le 6 del mattino):

  • Lavoro straordinario notturno: maggiorazione del 35%;
  • Lavoro domenicale/festivo notturno: maggiorazione del 50%;
  • Lavoro straordinario domenicale/festivo notturno: maggiorazione del 60%;
  • Indennità sesto giorno notturno: maggiorazione del 10%.

Permessi

Il CCNL regola in modo diverso i dipendenti delle imprese di vigilanza privata e quelli delle imprese operanti nei servizi fiduciari. Ecco di seguito le differenze.

Vigilanza privata

Hai diritto ai seguenti permessi (art. 73 CCNL):

  • Dipendenti con mansioni tecniche-operative: 6 giorni di permessi annuali retribuiti; un giorno aggiuntivo ai lavoratori che seguono il ciclo 5+1;
  • Dipendenti con mansioni amministrative: 3 giorni di permessi annuali retribuiti.

Se non usufruisci dei permessi entro l’anno di maturazione, scadono e l’azienda deve remunerarteli con la busta paga di gennaio.

Servizi fiduciari

Hai diritto a 6 giorni di permessi annuali retribuiti (art. 135 CCNL). Se non usufruisci dei permessi entro l’anno di maturazione, scadono e l’azienda deve remunerarteli con la busta paga di gennaio.

Ferie

Il CCNL regola in modo diverso le ferie per dipendenti delle imprese di vigilanza privata e per quelli delle imprese operanti nei servizi fiduciari. Ecco di seguito le differenze.

Vigilanza privata

Hai diritto ai seguenti giorni di ferie annuali (art. 74 CCNL):

  • Dipendente con sistema di lavoro 5 +1: 25 gg;
  • Dipendente con sistema di lavoro 6 +1 +1: 23 gg;
  • Dipendente con sistema di lavoro 5 +2: 22 gg.

Servizi fiduciari

Hai diritto ai seguenti giorni di ferie annuali (art. 138 CCNL):

  • Dipendente che lavora 5 giorni a settimana: 22 gg;
  • Dipendente che lavora 6 giorni a settimana: 26 gg.

Festività

Tutti i lavoratori (sia di imprese di vigilanza che di servizi fiduciari), hanno diritto ai seguenti giorni di festività (art. 75 CCNL):

  • 1 gennaio;
  • 6 gennaio;
  • Lunedi di Pasqua;
  • 25 aprile;
  • 1 maggio;
  • 2 giugno;
  • 15 agosto;
  • 1 novembre;
  • 8 dicembre;
  • 25 dicembre;
  • 26 dicembre.

Nei mesi in cui cadono questi giorni di festa, il tuo stipendio non subisce alcuna riduzione.