Ormai dal lontano 2013 é scattato l’aumento dell’IVA, passata dal 21 al 22%. Evidentemente per i nostri governatori, per finanziare la spesa pubblica, non era sufficiente la pressione fiscale che già gravava sui cittadini e che sta portando al collasso l’economia italiana. Ma questo è un altro discorso. Passiamo direttamente alla parte pratica e vediamo come calcolare l’IVA al 22 per cento ed anche il caso contrario, ovvero come scorporarla.

Partiamo da un presupposto: succede spesso che, chi deve fare un acquisto, riceva un preventivo con l’indicazione “IVA esclusa”: significa che quello é l’importo netto, a cui dobbiamo aggiungere appunto l’IVA al 22%. Di seguito vediamo le formule e alcuni esempi di calcolo.

Come si fa

Se stai comprando un bene, il cui costo é di 130 euro, IVA esclusa, come si calcola il prezzo finale comprensivo di IVA al 22%? Basta prendere l’importo indicato nel preventivo, moltiplicarlo per 22 e poi dividerlo per 100. Il risultato poi, si somma al costo netto. Vediamo il calcolo con l’esempio concreto:

130 x 22 : 100 = 28,6 euro (IVA al 22%)

130 + 28,6 = 158,6 euro (prezzo totale comprensivo di IVA).

E se invece volessi fare l’operazione contraria, ossia dal prezzo finale scorporare l’IVA? Per esempio, hai un bene che costa 150 euro, comprensivo di IVA. A quanto ammonta l’IVA?

Occorre impostare questa formula. Supponiamo che “T” è l’importo totale:

costo netto del bene = T : 1,22 (supponendo l’IVA al 22%)
importo dell’IVA = totale – netto.

Esempio

Il prodotto costa 150 euro IVA compresa, calcola:

il costo netto IVA esclusa = 150 € : 1,22 = 122,95 €
quindi l’importo dell’IVA é pari a = 150 € – 122,95 € = 27,05 €

Excel

Calcolare le percentuali con Excel é molto semplice. Basta aprire un foglio di calcolo Excel, scegliere una cella, cliccarla e scrivere la formula, che potrebbe essere:

  • Il prodotto, se usi la percentuale già resa numero decimale. Per esempio 24% in decimale é 0,24; 22% in decimale é 0,22, ecc.
  • La percentuale, se intendi lasciare il numero percentuale per intero (24, 22, 10, ecc.).

Di seguito puoi effettuare il download di un file Excel per calcolare l’IVA. Devi solo inserire nella colonna IMPONIBILE, al posto di 100, l’importo su cui calcolare l’IVA (in corrispondenza dell’aliquota, a scelta tra 24, 22, 10, 5 o 4). Nella colonna IVA troverai automaticamente l’IVA calcolata in euro, nella colonna TOTALE l’importo lordo comprensivo di IVA. Tutto calcolato in automatico, devi inserire solo la base imponibile. Questa tabella può esserti molto utile nella compilazione delle fatture.

Scarica subito il modulo fac simile compilabile EXCEL.

Dal lordo

Calcolare l’IVA partendo dal lordo é un po’ più complesso, in quanto bisogna impostare una proporzione. Se preferisci qualcosa di automatico, ecco un file Excel con le formule già impostate per lo scorporo dell’IVA. Devi solo inserire, al posto di 100, l’importo lordo comprensivo di IVA. Nella colonna IVA in euro troverai automaticamente l’importo corrispondente e che, sottratto al lordo ti darà anche l’imponibile.

Esempio

Se un bene costa 250 euro lordi e l’IVA applicata é al 24%, devi inserire 250 nella colonna del LORDO in corrispondenza dell’aliquota di IVA 24. Nella colonna IVA in euro troverai la somma corrispondente.

Scarica subito il modulo fac simile compilabile EXCEL.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy