Ecobonus auto

Lo stato pone particolare attenzione alle problematiche ambientali derivanti dall’inquinamento delle auto. Per questo, ha deciso di destinare un fondo particolarmente cospicuo agli incentivi per l’acquisto di auto a bassa emissione di CO2: auto elettriche e ibride.

In questa guida completa sull’ecobonus auto ti spiego cos’è e come funziona, se vale anche per le auto usate, quali sono i requisiti per ottenere lo sconto, a chi spetta, per quale importo (prima e seconda fascia), qual è la lista di marche e modelli auto che ne beneficia ed infine quali incentivi regionali si aggiungono a quello statale.

Cos’è e come funziona

Se hai deciso di comprare un’auto, questo è il momento giusto: comprandone una a basse emissioni di CO2 hai diritto a una serie di incentivi statali che ti permettono di abbassare il costo di acquisto. Il governo ha destinato all’ecobonus auto, 60 milioni di euro per l’anno 2019 e 70 milioni per il biennio 2020-2021.

Lo stato ti riconosce il bonus sotto forma di incentivo statale: praticamente al momento dell’acquisto della macchina ottieni uno sconto, al venditore paghi un prezzo inferiore perché il resto lo paga lo stato. Vediamo nello specifico a quanto ammonta lo sconto, a chi spetta e le diverse fasce.

Usate

Innanzitutto dobbiamo chiarire un aspetto: hai diritto all’ecobonus se compri un’auto immatricolata tra il 1 marzo 2019 e 31 dicembre 2021. Si tratta quindi di auto recenti ed è difficile trovarle usate. Ma non impossibile.

Se quindi trovi un’auto usata, immatricolata dopo il 1° marzo 2019 e che presenta basse emissioni di CO2 (come vedremo nel paragrafo successivo) allora puoi usufruire dell’ecobonus. Vediamo ora quali sono i requisiti previsti, a chi spetta e i limiti da rispettare per ottenere lo sconto.

Requisiti

Hai diritto all’ecobonus, ossia uno sconto sul prezzo di acquisto dell’auto se sussistono tutti i seguenti requisiti:

  1. Auto immatricolata tra il 1° marzo 2019 e il 31 dicembre 2021;
  2. Prezzo massimo dell’auto 50.000 euro (IVA esclusa, quindi con l’IVA può raggiungere massimo 61.000 euro);
  3. Basse emissioni di CO2.

A chi spetta

Per l’inquinamento di CO2, lo stato dispone due fasce di ecobonus: prima fascia e seconda fascia con i rispettivi limiti. Inoltre, se contestualmente all’acquisto della nuova auto decidi di rottamare la tua vecchia macchina di tipo 1, 2, 3 o 4, hai diritto a uno sconto maggiore. Ecco una tabella che ti mostra l’importo dello sconto per la prima e per la seconda fascia, sia senza rottamazione auto usata che in caso di rottamazione:

Incentivi auto elettriche e ibride

Ecobonus
Emissioni CO2 Senza rottamazione Con rottamazione
auto 1,2,3,4
Prima fascia (Da 0 a 20 g/km)4.000 €6.000 €
Prima fascia (Da 21 a 70 g/km)1.500 €2.500 €

Lista marche e modelli

Innanzitutto chiariamo un aspetto molto importante: come hai visto nella tabella sopra, hai diritto all’ecobonus solo se compri un’auto con emissioni di CO2 fino a 20 g (prima fascia) oppure fino a 70 g (seconda fascia). Quindi sicuramente ti stai chiedendo quali sono le auto con emissioni inferiori a 20 e inferiori a 70.

Ti rispondo subito: le auto con emissioni di Co2 inferiori a 20 sono le auto elettriche, mentre quelle con emissioni comprese tra 21 e 70 sono le auto ibride. Quindi se pensavi di poter comprare un’auto esclusivamente a benzina e ottenere gli sconti, il tuo sogno non può realizzarsi. Puoi al massimo comprare un’auto ibrida, ossia quelle auto che hanno il doppio motore: a benzina ed elettrico.

Le auto ibride funzionano così: quando accendi la macchina e sei in prima, in seconda, insomma quando i consumi di benzina sarebbero eccessivi, il sistema usa il motore elettrico. Quando invece raggiungi una certa velocità e comunque il sistema necessità di maggiore potenza allora parte il motore a benzina. In questo modo la macchina trova il giusto equilibrio tra consumi e prestazioni, senza dimenticare l’impatto sull’ambiente.

Di seguito trovi due file: uno con l’elenco delle auto elettriche che usufruiscono dell’incentivo e l’altro con la lista delle auto ibride che usufruiscono dell’incentivo.

Attenzione

Gli elenchi sono in continuo aggiornamento, per cui potrebbe non esserci un’auto che invece ne usufruisce. Il file serve giusto per darti un’idea, poi chiedi direttamente al concessionario e informati sul sito del produttore se comprando quell’auto hai diritto allo sconto.

Lista auto elettriche con ecobonus

Scarica subito l’elenco delle auto con emissioni di Co2 fino a 20 g/km.

Auto ibride con ecobonus

Scarica subito l’elenco delle auto con emissioni di Co2 fino a 70 g/km.

Importo

Lo stato ti riconosce l’ecobonus tramite uno sconto sul prezzo di vendita. Quindi, se per esempio compri un’auto elettrica che costa 40.000 euro, hai diritto a uno sconto che ti permette di abbattere il prezzo. Gli importi del bonus/sconto sono i seguenti:

  • Auto elettrica: hai diritto a 4.000 euro di sconto se compri l’auto e non rottami nulla. Se invece hai anche un’auto da rottamare, allora l’importo dello sconto sale a 6.000 euro;
  • Auto ibrida: hai diritto a 1.500 euro di sconto se compri l’auto e non rottami nulla. Se invece hai anche un’auto da rottamare, allora l’importo dello sconto sale a 2.500 euro.

Per ottenere lo sconto però, non bastano questi requisiti (auto ibrida o elettrica a basse emissioni) ma occorrono anche i seguenti:

  1. L’auto è immatricolata tra il 1° marzo 2019 e il 31 dicembre 2021;
  2. Il prezzo dell’auto non è maggiore di 50.000 euro (IVA non inclusa).

Quindi il prezzo massimo dell’auto deve essere di 61.000 euro IVA inclusa, se costa di più allora non hai diritto ad alcun incentivo anche se l’auto è a emissioni zero. Se invece per esempio costa 40.000 euro ed è un’auto elettrica, allora hai diritto a 4.000 euro di sconto (senza rottamazione) oppure a 6.000 euro di sconto se dai in rottamazione la tua auto usata.

Incentivi regionali

Non solo lo stato è attento all’impatto ambientale delle auto, ma anche le regioni. Ci sono delle zone che pongono particolare attenzione alla qualità dell’aria e alla tutela dell’ambiente che, come sappiamo, si ripercuote anche su salute e qualità di vita dei cittadini.

Tra le regioni che prevedono incentivi di tipo regionale ci sono la Lombardia, l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia ed anche le province di Trento e Bolzano. In questi casi, se la legge regionale lo prevede, hai diritto non solo allo sconto statale (da 1.500 a 6.000 euro come visto finora) ma anche all’incentivo regionale, che quindi si cumula.

Suggerimento

Consulta il sito internet della tua regione per sapere se prevede incentivi su acquisto e/o rottamazione auto.