Ecotassa

L’impatto ambientale dell’uso delle auto non è da sottovalutare. L’inquinamento prodotto dalle vetture ha ripercussioni non solo sull’ambiente ma anche sulla salute di tutti gli esseri viventi. Lo scopo dell’ecotassa è quello di ridurre l’acquisto e quindi l’uso di auto ritenute fortemente inquinanti.

In questa guida completa sull’ecotassa ti spiego cos’è e come funziona, cosa prevede, cosa cambia, qual è l’importo da pagare, quando si paga, se solo una volta oppure ogni anno, chi la paga, la lista delle auto soggette a ecotassa, la differenza con il superbollo ed infine un accenno all’ecobonus che si contrappone all’ecotassa.

Cos’è e come funziona

Cosa significa e in cosa consiste. L’ecotassa è un’imposta che devi pagare se compri un’auto con emissione di CO2 superiore a 160 grammi al km. È quindi un’imposta che cerca di scoraggiare l’acquisto di veicoli che emettono troppo inquinamento: minori sono le emissioni di CO2, minore è la tassa da pagare, fino ad azzerarsi nel caso di emissioni minime o pari a zero.

Lo scopo è quello di disincentivare le persone a comprare auto con emissioni di CO2 oltre soglia e quindi non contribuire all’inquinamento ambientale, che purtroppo è diventata una piaga difficile da estirpare e che ha ripercussioni non solo sull’ambiente ma anche sulla salute degli esseri viventi.

Cosa cambia

L’ecotassa ha lo scopo di ridurre l’acquisto di auto inquinanti, agevolando quelle che invece sono a bassa emissione di CO2. L’ecotassa non è un’imposta che devi pagare ogni anno, ma solo al momento dell’acquisto della macchina. Non si paga ogni anno, ma solo al cambio dell’intestazione auto e poi non si paga più.

Non pensare che l’ecotassa si paghi ogni anno: è una tassa che devi pagare solo nel momento dell’acquisto della vettura e chiaramente si aggiunge a tutte le altre tasse da pagare in quel momento. Dopodiché non devi pagarlo più. Più che altro, se la tua vettura ha una potenza superiore a 185 kW (ossia 252 cavalli) allora devi ricordarti di pagare il superbollo: questo sì che devi pagarlo ogni anno.

Ma del superbollo te ne parlerò nel penultimo paragrafo, ora concentriamoci sull’ecotassa.

Importo

L’importo di ecotassa da pagare al momento dell’acquisto auto cambia in base ad alcune regole e parametri. Innanzitutto bisogna chiarire che devi pagare l’ecotassa solo se la tua nuova auto ha emissioni di CO2 superiori a 160 g al km. Se compri un veicolo con emissioni al di sotto di questo limite, non devi pagare alcuna ecotassa. Poi, maggiori sono le emissioni di CO2, maggiore è l’importo di tassa da pagare, secondo queste soglie e scaglioni:

Calcolo ecotassa
Emissioni di CO2Importo ecotassa
Tra 161 e 175 g al Km1.100 euro
Tra 176 e 200 g al Km1.600 euro
Tra 201 e 250 g al Km2.000 euro
Oltre 250 g al Km2.500 euro

Chi la paga

Innanzitutto bisogna chiarire una cosa: devi pagare l’ecotassa solo se stai comprando un’auto con emissioni di CO2 superiori a 160 g/km. Se la possiedi già, chiaramente non devi pagare nessuna tassa.

Auto già immatricolate. Se invece stai comprando un’auto usata, paghi l’ecotassa solo se la macchina è stata immatricolata a partire dal 1° marzo 2019. Se invece si tratta di un’auto già immatricolata prima di questa data, allora non paghi ecotassa, indipendentemente dalle emissioni della stessa. Quindi, l’ecotassa tocca anche l’acquisto di auto usate, ma solo quelle immatricolate dopo la suddetta data.

Chiarito questo aspetto, ora cerchiamo di capire quali sono le macchine colpite, le auto soggette all’ecotassa. Come abbiamo detto, la normativa prevede l’ecotassa solo se compri un’auto con emissioni di CO2 maggiori di 160g/km. Puoi controllare questo dato sul libretto della vettura.

Elenco auto soggette

Per darti un’indicazione, posso già darti un breve elenco delle auto soggette all’ecotassa:

  • Quasi tutte le auto a benzina di grandi dimensioni, per esempio fuoristrada, SUV e auto di lusso);
  • Alcune auto diesel di grandi dimensioni e piuttosto potenti;
  • I veicoli commerciali che superano i 160 g di emissioni (quindi quasi tutti quelli a benzina).

Non sono soggette a ecotassa le auto presenti in questa lista:

  • La maggior parte delle auto di piccole/medie dimensioni;
  • Auto elettriche;
  • Auto ibride;
  • La maggior parte delle auto diesel senza particolare potenza.

Superbollo

Differenza tra ecotassa e superbollo. Il superbollo è una tassa che non ha nulla a che vedere con l’ecotassa. Sono due imposte diverse: l’ecotassa la paghi al momento dell’acquisto della tua auto se essa supera il limite di emissioni (160 g/km); l’ecotassa la paghi una sola volta, al momento dell’acquisto, non la paghi ogni anno.

Il superbollo è invece un bollo che devi pagare ogni anno, in aggiunta al bollo ordinario, se la tua vettura ha una potenza del motore maggior di 185 kW (ossia maggiore di 252 cv – cavalli). Per versare il superbollo devi usare il Modello F24 indicando il codice tributo 3364.

Ecobonus

Per incentivare l’acquisto di auto a bassa emissione di CO2, all’ecotassa si contrappone l’ecobonus: se compri una vettura con emissione CO2 superiore a 160 grammi paghi l’ecotassa; se invece compri un veicolo con emissioni inferiori a 75 grammi al km, allora hai diritto a un incentivo, ossia uno sconto sull’acquisto della tua auto.

Ecco una tabella che ti mostra l’importo di bonus previsto e l’obbligo o meno di rottamare un’auto inquinante. Per ottenere il bonus infatti, in alcuni casi basta l’acquisto dell’auto a bassa emissione, in altri devi anche rottamare una vettura inquinante, ossia euro 0, 1, 2, 3 oppure 4:

Ecobonus
Emissioni di CO2Importo ecobonus
Tra 0 e 20 g al Km6.000 euro, purché rottami anche veicolo euro 0,1,2,3 o 4
Tra 21 e 75 g al Km2.500 euro, purché rottami anche veicolo euro 0,1,2,3 o 4
Tra 0 e 20 g al Km4.000 euro, anche se non rottami nulla
Tra 21 e 75 g al Km1.500 euro, anche se non rottami nulla

Attenzione

Hai diritto all’ecobonus solo se compri una vettura con prezzo di listino non maggiore di 45.000 euro. Se lo supera, allora non hai diritto a nessuno sconto, anche se le emissioni sono pari a zero.

Quando compri un’auto quindi, chiedi sempre a quanto ammontano le emissioni di CO2 e controlla sul libretto, perché a seconda dei casi potresti aver diritto all’ecobonus oppure essere costretto a pagare l’ecotassa se si tratta di un’auto inquinante, ossia con emissioni di CO2 superiori a 160 g/km.