Esenzione 048

Lo stato tutela chi è affetto da particolari patologie che necessitano di visite specialistiche, cure, assistenza, farmaci. Chi ne soffre può chiedere di essere esente al pagamento del ticket sanitario. In questo modo le prestazioni e i farmaci connessi alla malattia sono gratuiti.

In questa guida completa sul codice esenzione 048 ti spiego a chi spetta, qual è l’elenco delle patologie coperte, cosa comprende l’esenzione, per quali farmaci e quali prestazioni, come fare domanda id invalidità per ottenere i benefici Legge 104, infine cosa fare in caso di esenzione scaduta e come chiedere il rinnovo.

Codice

Se ti hanno diagnosticato una neoplasia, ti spetta l’esenzione 048. Grazie a questa esenzione non paghi il ticket per:

  • Farmaci connessi alla cura della patologia;
  • Visite mediche, visite specialistiche, esami diagnostici (tipo TAC, radiografie, ecografie, ecc.) e cure infermieristiche connesse al tumore.

Diritti

Se usufruisci dell’esenzione 048, non devi pagare il ticket sanitario, né nelle cliniche pubbliche né in quelle convenzionate: le prestazioni di cui sopra sono gratuite, così come i farmaci collegati alla malattia.

Attenzione

Hai diritto all’esenzione dal ticket per i farmaci e le prestazioni legate al tumore di cui soffri e NON per tutte le prestazioni. Se quindi per esempio hai una neoplasia sulla pelle, se oggi cadi e ti procuri una frattura alla gamba, andando in ospedale paghi il ticket relativo alle prestazioni relative alla frattura della gamba.

A chi spetta

Il codice esenzione 048 spetta a chi soffre di patologie neoplastiche maligne o dall’esito incerto (D.M. n. 329/99 e D.M. n. 296/2001). Grazie a questa esenzione hai diritto a non pagare il ticket per:

  • Farmaci;
  • Visite specialistiche;
  • Esami diagnostici;
  • Prestazioni sanitarie e infermieristiche.

Per ottenere l’esenzione, devi portare all’ASL il certificato medico che attesta la patologia, certificato che di solito è rilasciato dal medico specialista che ti ha visitato. L’ASL a sua volta ti rilascia un libretto di esenzione, che tu devi portare al tuo medico curante, in modo che iscriva il codice esenzione sul suo software. A quel punto, ogni volta che ti farà qualche ricetta medica, essa riporterà in automatico il codice esenzione.

Attenzione

Sono accettati solo i certificati di strutture pubbliche o private convenzionate, ciò per evitare contraffazioni al fine di ottenere benefici indebiti.

Elenco patologie

Il codice esenzione 048 tutela tutte le persone che soffrono di tumore maligno. Nello specifico, l’elenco delle patologie che danno diritto all’esenzione del ticket è contenuto nel D.M. n.329/199. Nel D.M. non c’è scritto di preciso per quali tipologie neoplastiche che colpiscono un organo piuttosto che un altro, ma si parla in generale di patologie neoplastiche maligne. Sono quindi inclusi tutti i tumori maligni, mentre sono esclusi quelli di natura benigna.

Elenco patologie croniche

Scarica subito l’elenco completo delle patologie croniche che danno diritto all’esenzione del ticket sanitario.

Una volta ottenuto il codice di esenzione hai diritto a farmaci, visite e prestazioni sanitarie inerenti la malattia.

Cosa comprende

Quali farmaci e quali prestazioni sono gratuite. Se hai ottenuto il codice esenzione 048, hai diritto a non pagare il ticket per:

  • Medicine per la cura della tua patologia;
  • Visite generiche e specialistiche inerenti la tua patologia;
  • Esami diagnostici (per esempio raggi X, radiografia, risonanza magnetica, TAC, ecc.) relativi alla tua patologia;
  • Analisi del sangue per il controllo dei valori su cui interferisce la patologia;
  • Prestazioni sanitarie, quali ad esempio cure infermieristiche.

Per tutti questi casi, se ti rivolgi a una struttura pubblica oppure privata convenzionata, non devi pagare il ticket: la prestazione è gratuita.

Attenzione

È importante sottolineare che il codice esenzione 048 ti riconosce la gratuità del ticket solo per visite, esami e farmaci che sono collegati al tumore e NON per tutti i farmaci e tutte le visite mediche. Se quindi hai una neoplasia, non paghi la chemioterapia, che sia intravena oppure in farmaci da deglutire. Ma se per esempio domani hai una contusione non dovuta alla patologia ma perché sei caduto dalla bici, i farmaci per la cura della contusione devi pagarli. Per avere l’esenzione per tutti i farmaci e tutte le visite o esami, devi essere invalido al 100%.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla richiesta di invalidità, i requisiti per ottenerla e i benefici a cui hai diritto.

Invalidità

Le neoplasie non sono tutte uguali: alcune sono facilmente curabili, altre guaribili al 100%, altre ancora richiedono un lungo percorso di cura e altre, purtroppo, hanno un epilogo infausto. Una volta riconosciuta la patologia, in base alla gravità lo stato ti riconosce una percentuale di invalidità a cui spettano diversi diritti.

Attenzione

La richiesta di invalidità non è collegata dai contributi INPS: puoi anche essere senza contributi.

Le percentuali di invalidità previste per chi soffre di patologia oncologica sono tre (D. M. Sanità 5/2/1992):

Percentuali di invalidità codice esenzione 048
PercentualeStato
11%Neoplasia con lieve danneggiamento funzionale
70%Neoplasia con importante danneggiamento funzionale
100%Neoplasia a con nefasta prognosi

Diritti

In base alla percentuale di invalidità e in base al tuo reddito, hai diritto ai seguenti benefici:

In caso di invalidità al 100% hai diritto a:

  • Pensione di inabilità per invalidi civili, pari a 282,50 euro (e spetta la tredicesima, ma non la quattordicesima). Ne hai diritto solo se il tuo reddito non è maggiore di 16.449,85 euro annui;
  • Esenzione ticket per tutti i farmaci e le prestazioni sanitarie, anche se non sono collegati alla tua patologia oncologica (codice esenzione C01);

In caso di invalidità dal 74% al 99% hai diritto a:

  • Pensione di inabilità per invalidi civili, pari a 282,50 euro (spetta la tredicesima, ma non la quattordicesima). Ne hai diritto solo se il tuo reddito non è maggiore di 4.795,56 euro annui.

In caso di invalidità inferiore al 74% non hai diritto alla pensione ma solo all’esenzione ticket per la tua patologia (codice 048).

Attenzione

Per reddito annuo si intende solo il reddito personale, quindi non conta quello familiare, del coniuge o di altre persone presenti nel nucleo familiare.

Legge 104

Per il riconoscimento di invalidità civile e diritti connessi (pensione, esenzione per TUTTE le patologie e non solo quella neoplastica) devi rivolgerti al tuo medico di famiglia, portando con te:

  • Documento di identità;
  • Tessera sanitaria;
  • Tutti i documenti di diagnosi neoplastica.

A questo punto il medico invia all’INPS la domanda di invalidità.

Chiedi al medico di segnalare che sei:

  • Impossibilitato a deambulare, in modo che la visita INPS avvenga a casa tua; se invece puoi camminare allora sarai invitato presso una sede indicata dall’INPS.
  • Affetto da patologia neoplastica, in modo che l’INPS ti prenoti la visita entro 15 giorni.

Se sei affetto da handicap grave, chiedi al tuo medico di compilare anche la domanda per usufruire dei benefici della Legge 104: in questo modo dovrai fare solo una visita medica all’INPS. Se invece la domanda per i benefici legge 104 la fai dopo, allora dovrai fare un’altra visita.

Grazie alla legge 104, se la tua domanda viene accolta potrai usufruire di diritti lavorativi, per te e per i tuoi familiari, nonché di specifiche agevolazioni IRPEF e fiscali, come per esempio l’esenzione bollo auto.

Il medico a questo punto invia la domanda all’INPS e ti rilascia una ricevuta con un codice. Con quella ricevuta devi recarti presso un patronato per completare la domanda. Puoi farlo anche in modo autonomo dal tuo pc collegandoti al sito INPS (devi essere registrato e possedere il PIN dispositivo). Ma se per te è più comodo puoi rivolgerti al patronato della tua città.

Il patronato quindi invia la domanda all’INPS, collegandola a quella del tuo medico. Per posta riceverai l’invito alla visita legale INPS e, successivamente, sempre per posta riceverai il risultato della visita, con il riconoscimento della percentuale. Se la percentuale è di almeno il 74% e quindi hai diritto alla pensione, l’INPS apre una pratica per verificare il tuo reddito. Come scritto sopra infatti, hai diritto alla pensione solo se il tuo reddito personale non supera determinati limiti.

Rinnovo

L’esenzione 048 ha una durata di 5 anni. Durante questi 5 anni quindi non devi fare nulla: ogni volta che il tuo medico di famiglia ti scriverà una ricetta (per farmaci, visite mediche, analisi del sangue, ecc.) se sono esami relativi alla tua patologia, allora la ricetta presenterà automaticamente il codice esenzione. Tu andrai in clinica a fare l’esame/visita e non pagherai il ticket.

Scaduta, cosa fare

Allo scadere dei 5 anni, devi solo presentarti in ASL per avere il rinnovo per altri 5 anni. Non occorre quindi presentare altri certificati medici: il rinnovo è automatico. quando scadono gli altri 5 anni (dunque in tutto sono 10 anni), devi effettuare una valutazione oncologica presso il CORD (Centro Oncologico di Riferimento Dipartimentale) che ti ha in carico.

Suggerimento

Telefona il Punto Servizi Oncologici del CORD e prenota un appuntamento per il rinnovo dell’esenzione.

Documenti necessari

Al CORD devi portare:

  • Richiesta del tuo medico curante per “valutazione medica rinnovo esenzione”;
  • Libretto di esenzione scaduto o in scadenza (prima di consegnarlo fai una fotocopia, per poterla conservare, non si sa mai); se hai perso il libretto devi recarti presso la tua ASL e fartene e stampare una copia;
  • La documentazione medica relativa alla malattia (ricorda di portare anche la diagnosi iniziale).

In alcuni casi l’esenzione è senza scadenza, illimitata, dunque non devi fare i rinnovi.