Il codice esenzione E03 è riconosciuto ai titolari di pensione sociale o assegno sociale. Si tratta di un aiuto che lo stato riconosce ai soggetti che hanno un reddito basso, estendendolo anche ai loro familiari a carico: grazie a questo benefici le prestazioni del SSN sono gratuite, il ticket non si paga.

In questa guida completa sul codice esenzione E03 ti spiego cos’è e come funziona, chi ne ha diritto e per quanto tempo, come rinnovarlo, cosa fare per sapere se ne hai diritto, come farne richiesta e soprattutto quali sono le prestazioni che comprende, in quali casi non sei tenuto al pagamento del ticket.

Cos’è e come funziona

Se sei titolare di pensione sociale o assegno sociale, allora puoi chiedere l’esenzione ticket sanitario per reddito (codice esenzione E03). Pensione sociale e assegno sociale sono praticamente la stessa cosa, prima si chiamava pensione sociale, adesso è stato sostituito dall’assegno sociale. Grazie all’esenzione del ticket, hai diritto alle prestazioni sanitarie gratuite, chiaramente purché tu le effettui presso strutture pubbliche o private con convenzione SSN.

Il ticket sanitario è una forma di partecipazione del cittadino alla spesa pubblica. Lo stato infatti, in caso di soggetti che hanno un reddito basso, ha deciso di eliminare l’obbligo di pagamento del ticket, in questo modo agevola le persone e le loro famiglie che non dispongono di grandi capitali e redditi. La nostra Costituzione infatti prevede il diritto alla salute e alle cure e in virtù di ciò, l’accesso è consentito gratuitamente ai meno abbienti.

A chi spetta

Il codice esenzione E03 spetta:

  1. Ai percettori di pensione sociale;
  2. Ai familiari che hanno la residenza nella stessa casa e sono fiscalmente a carico del pensionato.

Cosa si intende per familiari fiscalmente a carico. Sono tutti quei familiari che fanno parte dello stesso nucleo familiare del pensionato e che non hanno reddito oppure hanno reddito ma non supera i 2.840,51 euro annui lordi (se di età superiore a 24 anni) oppure se non supera i 4.000 euro (se di età non superiore a 24 anni).

Molte persone si meravigliano del fatto che ci sia una soglia così bassa, perché effettivamente una persona non può vivere neanche con un reddito maggiore, per esempio di 6.000 o 7.000 euro annui, quindi figuriamoci se con questi redditi si riesce ad essere indipendenti.

Purtroppo però la legge è questa: se un tuo familiare guadagna fino a 2.840,51 euro (oltre 24 anni) o 4.000 euro (fino a 24 anni), allora è fiscalmente a tuo carico. Se ha guadagnato anche un solo euro in più, allora è considerato autonomo, anche se vive con te.

Cosa non si paga

Se hai ottenuto il codice esenzione E03 hai diritto gratuitamente alle seguenti prestazioni:

  1. Esami di laboratorio (quindi per esempio analisi del sangue, altri esami microbiologici come l’urinocoltura, ecc.);
  2. Esami diagnostici, quindi per esempio elettrocardiogramma, holter, tac, ecografie, ecc.;
  3. Altre prestazioni sanitarie che il medico ritiene necessarie per il monitoraggio e mantenimento della tua salute.

Farmaci. Per quanto riguarda i farmaci, lo stato italiano prevede gratuitamente solo la fascia A, che è gratuita per TUTTI e quindi non solo per chi come te è pensionato sociale o ha un reddito basso. Ciò nonostante, lo stato riconosce alle regioni la possibilità di inserire un ticket anche per questi farmaci di fascia A e le regioni che hanno deciso di inserire il ticket, di solito hanno previsto anche delle esenzioni, soprattutto in caso di reddito basso.

Ti consiglio quindi di contattare la tua ASL, chiedere al tuo medico di famiglia oppure consultare il sito della tua Regione. In questa pagina puoi trovare tutte le informazione sull’esenzione per reddito, soprattutto verificare se la tua regione ha previsto un ticket per i medicinali di fascia A e l’esenzione per chi ha codice E03. Il tuo medico di base saprà comunque darti informazioni anche su questo, essendo la persona che deve farti le ricette mediche e quindi colui che appone il codice di esenzione su di esse.

Richiesta

L’ultima riforma ha modificato in meglio la procedura di richiesta esenzione ticket sanitario per pensionati sociali e titolari di assegno sociale: in pratica mentre in passato bisognava fare apposita domanda all’ASL, ritirare l’attestato di esenzione e portarlo al medico di base affinché lo registrasse, oggi non è più così. La procedura si è molto semplificata.

Adesso avviene tutto in automatico grazie alla collaborazione dell’Agenzia delle Entrate. In pratica, ogni anno a inizio aprile, i medici di base ricevono dal Ministero delle Finanze l’elenco degli assistiti che hanno un reddito inferiore a determinate soglie e quindi sono già esenti. Il tuo medico dunque, a inizio aprile di ogni anno riceve questo elenco e quindi tu sei già esente automaticamente, senza aver fatto nessuna domanda.

Suggerimento

Verso la prima metà di aprile, fai una chiamata al tuo medico di base e chiedigli di controllare se gli è arrivata la comunicazione di esenzione per gli assistiti, dunque domandagli se tu risulti esente.

E’ chiaro che tu sai benissimo se sei esente o no, perché conosci i tuoi redditi, quindi se sie sicuro di averne diritto ma il tuo medico di base ti dice di non aver ricevuto alcuna comunicazione, allora recati in ASL. Lì ti faranno compilare un’autocertificazione di reddito con cui dichiari di essere titolare di pensione sociale o assegno sociale, per te e i tuoi familiari a carico.

Direttamente in ASL ti daranno il modulo di autocertificazione, ogni regione ne ha uno diverso, per cui puoi trovarlo direttamente in sede oppure eventualmente sul sito internet della tua ASL.

Scadenza e rinnovo

L’assegnazione del codice esenzione E03, come detto sopra, è automatica. Quindi come puoi immaginare anche il rinnovo è automatico. Ogni anno il Ministero delle Finanze invia l’elenco degli esenti al medico curante, tu non devi fare nulla per ottenerlo. La durata del codice esenzione è annuale, ogni anno si rinnova in automatico, chiaramente purché tu ne abbia diritto.

L’Agenzia delle Entrate è in possesso di tutti i tuoi dati e i redditi da te percepiti, quindi è perfettamente in grado di calcolare se hai diritto all’esenzione codice E03 o meno. Ogni anno effettua questo calcolo, lo fa periodicamente perché è chiaro che di anno in anno la tua situazione reddituale potrebbe cambiare. Se la tua situazione e quella dei tuoi familiari a carico è la stessa, allora ti rinnoveranno l’esenzione in automatico.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy