Esenzione E05

Se hai più di 65 anni e un reddito che non supera un certo limite, alcune regioni riconoscono l’esenzione del ticket sanitario. Anche se si tratta di circa 20/30 euro, quindi una spesa non enorme, per un pensionato o una persona che comunque non vive nell’oro rappresentano un costo che va a pesare sul budget mensili, e non di poco.

In questa guida completa sul codice esenzione E05 ti spiego cos’è e come funziona, in quali occasioni ne hai diritto, quali sono le prestazioni medico-sanitarie che copre, se l’esenzione vale anche per i medicinali, infine ti indico le modalità di richiesta, fornisco il modulo da consegnare in ASL per la domanda e per il rinnovo alla scadenza.

Cos’è e come funziona

Superata una certa età, è chiaro che gli acciacchi e i malanni aumentano, ragion per cui occorre tenere sotto controllo la propria salute. Un check up periodico è di fondamentale importanza per il mantenimento della propria salute, al fine di intervenire tempestivamente in caso di problemi. E gli esami hanno un costo.

In Italia grazie al sistema sanitario pubblico è possibile ottenere tutte le prestazioni medico sanitarie pagando soltanto il ticket, il cui costo si aggira attorno a poche decine di euro. Ma per gli anziani che devono spesso tenersi sotto controllo e sostenere analisi, controlli ed esami, la spesa inizia a diventare abbastanza pesante.

Proprio per questa ragione lo stato riconosce l’esenzione del ticket a chi ha più di 65 anni, purché non superi un certo reddito, che vedremo ora nella sezione “A chi spetta”.

A chi spetta

Hai diritto al codice esenzione E05 se possiedi entrambi questi requisiti:

  1. Hai più di 65 anni;
  2. Hai un reddito annuo lordo compreso tra 36.151,98 e 38.500,00 euro.

Perché il reddito deve essere compreso tra 36.151,98 e 38.500,00 euro. Perché se hai un reddito ancora inferiore, per esempio di 30.000 euro, hai diritto automaticamente al codice esenzione E01. Quindi il codice esenzione E05 è riservato alle persone che superano il limite per il codice E01 ma, essendo comunque over 65 e non avendo un reddito alto, hanno sicuramente difficoltà a pagare il ticket e per questa ragione hanno diritto all’esenzione.

Cosa non si paga

Cosa copre. Se hai ottenuto il codice esenzione E05, allora ogni volta che ti rechi in un ospedale, in una struttura pubblica o privata convenzionata ASL, hai diritto a tutte le prestazioni senza pagare nulla, neanche il ticket. Quindi visite specialistiche, analisi del sangue, TAC, risonanza magnetica, medicazioni, gessature, insomma tutte le prestazioni per te sono gratuite, non si paga ticket.

Farmaci. Per quanto riguarda i farmaci invece la situazione è diversa. Lo stato ha diviso i farmaci in fasce e solo quelli di fascia A sono gratuiti per tutti, indipendentemente dal fatto che abbiano un’esenzione o meno. Lo Stato però, ha riconosciuto alle Regioni il potere di assegnare il ticket a questi farmaci di fascia A, per sostenere la spesa sanitaria regionale.

Quindi è successo che varie regioni hanno inserito il ticket ai farmaci di fascia A, che originariamente erano gratuiti e quindi ora ti ritrovi a dover pagare il ticket su questi medicinali.

C’è una notizia positiva: le regioni che hanno inserito il ticket, sono state clementi: hanno riconosciuto l’esenzione per specifiche categorie, tra cui per esempio i disabili oppure le persone che hanno un reddito al di sotto di determinati limiti. Quindi la cosa migliore da fare per sapere se hai diritto all’esenzione per i farmaci di classe A è chiedere direttamente al tuo medico di base, oppure consultare il sito internet della tua Regione alla sezione ticket ed esenzioni.

Attenzione

Solo i farmaci di fascia A possono essere esenti ticket, tutti gli altri farmaci delle altre fasce sono a pagamento e non sono previste esenzioni.

Attenzione

Per il calcolo del limite reddituale, devi considerare il reddito di tutti componenti il nucleo familiare e non solo il tuo. Quindi, se per esempio tua moglie e un tuo figlio lavora, allora devi sommare i redditi di tutti.

Esempio

Il tuo reddito lordo è pari a 12.000 euro annui, quello di tua moglie è pari a 13.000 euro annui ed infine quello di tuo figlio è pari a 5.000 euro annui. In questo caso il reddito familiare è pari a 12.000+13.000+5.000 = 30.000 euro annui. Hai quindi diritto all’esenzione in quanto hai un reddito inferiore a 38.500 euro.

Attenzione

Quando calcoli il reddito, devi considerare quello lordo e non il netto. Quindi se per esempio ogni mese prendi uno stipendio di 1.000 euro, non devi considerare 1.000 euro, ma devi controllare sulla tua busta paga o pensione qual è il reddito lordo, ossia quello ante imposte, sicuramente più alto di 1.000 euro mensili.

Affitto. Se possiedi redditi da affitto, devi comprenderli nel calcolo. Quindi non valgono solo quelli da lavoro.

Coniugi separati

Se sei divorziato o legalmente separato (separazione omologata dal giudice), allora non devi considerare il suo reddito. In caso di divorzio o separazione i redditi dei due ex non sono più facenti parte dello stesso nucleo, ma sono redditi di due nuclei familiari distinti.

Richiesta e modulo

Se possiedi i requisiti per avere diritto al codice esenzione ticket E05, allora devi recarti in ASL e compilare un’apposita autocertificazione con cui dichiari che il tuo reddito non supera i 38.500 euro annui. Al modulo devi allegare una fotocopia del tuo documento di identità (va bene la carta di identità oppure la patente).

Puoi trovare il modulo presso la tua ASL oppure puoi scaricarlo da qui: la compilazione è davvero molto semplice, devi solo inserire i tuoi dati, la dichiarazione di possesso dei requisiti di età e reddituali e firmare.

Modulo domanda esenzione

Scarica subito il modulo fac simile compilabile WORD della richiesta di esenzione da consegnare all’ASL.

Dopo aver compilato e stampato il modulo, consegnalo in ASL, l’impiegato ti restituirà l’attestato di esenzione, che dovrai portare dal tuo medico di famiglia.

Scadenza e rinnovo

Il codice esenzione E05 non è soggetto a rinnovo automatico. Di solito la durata è annuale: puoi verificarlo direttamente sull’attestato di esenzione che ti consegna l’ASL. Lì trovi scritte tutte le informazioni tra cui anche la durata dell’esenzione.

Alla scadenza devi semplicemente rifare l’iter: presentare richiesta in ASL, chiaramente solo se i requisiti di reddito persistono.