Quando si parla di esenzione, ci si riferisce al ticket che si paga per le prestazioni mediche, come potrebbe essere una visita dallo pneumologo, oppure dal neurologo o dall’allergolo, oppure un prelievo venoso o ancora una TAC. Alcune regioni, e in questo caso la regione Lombardia, hanno previsto l’esenzione del ticket non solo per le prestazioni sanitarie ma anche per i farmaci, se ricorrono particolari requisiti.

In questa guida completa sul codice esenzione E30 Regione Lombardia ti spiego cos’è e come funziona, cosa copre, quali farmaci, quali sono le condizioni per averne diritto. Ti fornisco inoltre il modulo di domanda da consegnare all’ASL per farne richiesta e l’elenco dei documenti da consegnare. Infine come funzionano scadenza e rinnovo.

Cos’è e come funziona

Significato. Il codice esenzione E30 si riferisce all’esenzione del ticket sanitario per i farmaci, nella Regione Lombardia. È quindi un codice di esenzione specifico della Regione Lombardia. Facciamo un esempio concreto: quando ti rechi in farmacia per comprare un medicinale, solitamente porti con te una ricetta del tuo medico curante. Grazie a quella ricetta puoi accedere alla prestazione pubblica, pagando soltanto il ticket sanitario.

Se l’ASL ti ha riconosciuto il codice E30, allora hai diritto all’esenzione: quando devi acquistare un farmaco, non devi pagare nulla, neanche il ticket, perché sulla ricetta medica apparirà, nell’apposita sezione, il codice E30 che rappresenta appunto l’esenzione.

Cosa comprende

Cosa copre. Il codice esenzione E30 si riferisce all’esenzione del pagamento del ticket per i farmaci. I medicinali infatti, sono solitamente a carico del cittadino, ma se il farmaco è mutuabile allora il cittadino deve pagare solo il ticket, che di solito ammonta a pochi euro, un paio di euro a scatola. Se sei esente, non paghi neanche quel ticket: i medicinali per te sono completamente gratuiti.

Chiaramente l’esenzione si riferisce solo ai farmaci mutuabili, ossia quelli di fascia A. Gli altri farmaci non mutuabili, rimangono a tuo completo carico.

Requisiti

Il codice E30 rappresenta l’esenzione per patologia cronica reddito correlata. Ciò significa che per usufruire dell’esenzione ticket devi possedere due requisiti:

  1. Patologia;
  2. Reddito.

Nello specifico, hai diritto all’esenzione se soffri di una patologia cronica tra quelle individuate dai D.M. Sanità 329/1999 e 296/2001, ecco l’elenco completo delle patologie esenti.

Limite reddito

Oltre alla patologia cronica, per avere diritto all’esenzione, il tuo reddito non deve superare la soglia di 46.600 euro annui lordi. Il reddito da prendere in considerazione è quello di tutti i membri del nucleo familiare ed è riferito all’anno precedente.

Esempio

Per l’esenzione nell’anno 2020, si prende in considerazione il reddito familiare dell’anno 2019; per ottenere l’esenzione nell’anno 2021 si prende in considerazione il reddito familiare dell’anno 2020 e così via.

Attenzione

Il limite di reddito di 46.600 euro è aumentato in base ai componenti del nucleo familiare e in base alla presenza o meno in famiglia di minorenni, disabili e in caso di nucleo familiare con un solo genitore.

Ecco di seguito la tabella per individuare il limite di reddito per ogni caso specifico. Basta andare alla prima colonna e trovare il numero relativo dei componenti della propria famiglia e poi scorrere il dito sulla riga per trovare la situazione corrispondente (figli minorenni o no, eventuali persone disabili in famiglia, ecc.):

Quindi, in base alla tabella, facciamo alcuni esempi di famiglie e relativo limite reddituale.

Esempio

Famiglia composta da un solo componente, senza figli minorenni e senza persone disabili. Il limite reddito è di 46.600 euro lordi annui.

Esempio

Famiglia composta da 4 persone, con due figli minorenni e genitori entrambi lavoratori. Il limite reddito è di 123.956 euro.

Esempio

Famiglia composta da 5 persone, di cui due con handicap grave. Il limite reddito è di 179.410 euro.

Occorre precisare poi che, il reddito si riferisce a quello complessivo familiare, quindi per un corretto conteggio devi sommare tutti i redditi lordi percepiti dalla famiglia, nel corso dell’anno precedente la richiesta. Dunque, se fai la richiesta di esenzione nel 2021, allora il reddito complessivo di riferimento deve essere quello dell’anno precedente, ossia del 2020.

Non si può presentare quello dell’anno corrente, ossia il 2020 per un semplice motivo: il 2020 non è ancora finito, quindi non è ancora un dato certo. Anche quando si fa la dichiarazione dei redditi infatti, si fa sempre riferimento all’anno appena concluso.

Domanda

Alcune esenzioni per reddito sono automatiche, nel senso che l’elenco delle persone esenti arriva direttamente al medico curante, grazie alla collaborazione dell’Agenzia delle Entrate. Non è questo il caso. L’assegnazione del codice E30 infatti non dipende solo dla reddito ma anche dalla patologia cronica, dato di cui l’Agenzia delle Entrate non è al corrente.

Ecco perché se desideri usufruire del codice esenzione E30 Regione Lombardia, devi presentare un’apposita domanda. La richiesta va consegnata presso la tua ASL di riferimento, consegnando:

  • Modulo di domanda esenzione;
  • Fotocopia del documento di identità.

Scarica subito il modulo fac simile pdf per chiedere l’esenzione del ticket sanitario

La domanda è molto semplice da compilare: devi solo inserire i tuoi dati oppure quelli della persona di riferimento (se sei il suo tutore) e dichiarare il possesso dei requisiti (patologia e limiti reddituali). Nel modulo c’è anche la tabella con i limiti di redditi previsti per numero di componenti il nucleo familiare. Il limite di reddito infatti, si incrementa al crescere dei componenti.

Dove trovare il reddito complessivo familiare. Semplice: devi prendere tutti i CUD dei tuoi familiari, cercare la voce relativa al reddito lordo (qui trovi come estrapolare il reddito lordo dal CUD) e sommarli. Quello è il tuo reddito lordo. Una volta consegnati all’ASL la domanda e il documento, l’impiegato ti consegna un attestato di esenzione: a questo punto non devi far altro che recarti dal tuo medico curante e consegnargli quell’attestato.

Da questo momento, ogni volta che ti farà una ricetta per dei farmaci mutuabili, non pagherai il ticket. Ti ricordo infatti che il codice esenzione E30 si riferisce all’esenzione sui farmaci.

Se stai facendo la domanda di esenzione a inizio anno, può darsi che ancora non abbiate tutti ricevuto il CUD. A quel punto l’ASL ti chiederà di compilare un’autocertificazione in cui tu dichiari il tuo reddito presunto.

Attenzione

Se poi il reddito effettivo oltrepassa quello presunto e sopratutto i limiti reddituali previsti, poi devi recarti in ASL a far annullare l’esenzione. E non solo: dovrai rimborsare anche tutti i ticket di cui hai usufruito gratis.

Scadenza e rinnovo

Il codice esenzione E30 ha validità a tempo indeterminato. Non c’è quindi una scadenza annuale o biannuale: nel momento in cui vengono a mancare i requisiti per averne diritto, allora l’esenzione decade. Chiaramente devi essere tu stesso a comunicare all’ASL la perdita dei requisiti.

Tipico esempio è quello dell’aumento del reddito e quindi del superamento della soglia: in questo caso sei tenuto a dare comunicazione all’ASL in modo che possano ritirarti l’esenzione. Se poi in futuro avrai nuovamente i requisiti, allora potrai fare ancora la richiesta senza nessun problema, sempre presentando la domanda di cui sopra.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy