Esenzione M00

Sempre più donne e uomini decidono di avviare una gravidanza consapevole, per indagare eventuali rischi che potrebbero insorgere durante tutto il percorso. Proprio per questo esiste una lista di esami preconcezionali volti a verificare la presenza di patologie o altri pericoli, in modo da attuare tempestivamente le misure di prevenzione.

In questa guida completa sul codice esenzione M00, ossia il codice di esenzione relativo agli esami preconcezionali, ti spiego cos’è e come funziona, s chi spetta, cosa comprende, se serve un certificato medico per averne diritto, come fare domanda ed infine cosa è previsto in caso di infertilità.

Cos’è e come funziona

Il codice M00 si riferisce all’esenzione del ticket sanitario per le coppie che sono in cerca di un bimbo. Una gravidanza consapevole infatti è molto importante, sia per la salute della futura mamma che per quella del bambino: una serie di esami potrà evidenziare rischi, incompatibilità, patologie e permetterà di mettere in atto tutte le precauzioni necessarie al fine di ottenere una gravidanza felice e in salute, quanto più possibile.

Per esempio è di fondamentale importanza il test per verificare la presenza di alcune malattie oppure il gruppo sanguigno e relativo fattore Rh: se infatti la donna è Rh negativo mentre l’uomo è Rh positivo e il feto prendendo dal papà è Rh positivo, la donna può sviluppare degli anticorpi.

Questi anticorpi riconoscono il feto come pericoloso e il sistema immunitario della mamma può persino danneggiare il feto. Questo però, di solito, non succede con la prima gravidanza, ma con le successive, perché è più frequente che il sistema immunitario della donna generi anticorpi durante il parto.

Quello del fattore Rh è solo un esempio, ci sono infatti vari aspetti, valori e controlli da effettuare. Ecco perché è molto importante effettuare dei controlli, che lo stato chiama appunto esami preconcezionali. In questo modo gli aspiranti mamma e papà possono iniziare a cercare il bambino con più serenità.

A chi spetta

Il codice esenzione M00 spetta a tutte le coppie che cercano una gravidanza. È infatti importante sottolineare che gli esami preconcezionali sono gratuiti non solo per la donna ma anche per l’uomo. Anche gli aspiranti papà possono sottoporsi a test e controlli per verificare la presenza di malattie o di rischi per il feto.

Requisiti e reddito ISEE. Il codice esenzione spetta a tutte le coppie, indipendentemente dal reddito o dall’ISEE. Il diritto a una maternità consapevole e a una gravidanza serena e in salute spetta a tutti gli aspiranti genitori, indipendentemente dal loro reddito e dalla condizioni patrimoniale: in questo modo possono eseguire tutti gli esami di controllo in maniera gratuita, senza pagare il ticket.

Cosa non si paga

Cosa copre. Il codice esenzione M00 copre tutti i controlli atti a controllare lo stato di salute dell’uomo e della donna che desiderano una gravidanza, quindi analisi del sangue, emocromo, test per la presenza di anticorpi, visita ginecologica. Oltre alle prestazioni di routine, se la storia clinica o familiare degli aspiranti genitori presenta dei rischi per una gravidanza, il medico può prescrivere degli esami aggiuntivi ad hoc per individuare il problema e le opportune modalità di prevenzione.

Anche in questo caso gli esami sono gratuiti e il codice di esenzione è sempre M00.

Ecco di seguito l’elenco delle prestazioni gratuite, sia per la donna che per l’uomo.

Elenco esami esenti M00

Scarica subito l’elenco degli esami gratuiti per la donna e per l’uomo da fare prima di una gravidanza.

Molte coppie infatti non sanno che ci sono una serie di esami sia per la donna che per l’uomo, anche l’aspirante papà può sottoporsi ai controlli in esenzione e non si paga il ticket.

Richiesta

La legislazione nazionale prevede che il medico di famiglia apponga sulla ricetta medica direttamente il codice di esenzione M00, senza bisogno di chiedere un attestato di esenzione in ASL. Quindi, nel momento in cui tu e il tuo partner decidete di cercare un bambino, potete recarvi dal vostro medico di famiglia, comunicare la vostra volontà e il desiderio di fare delle analisi preconcezionali. Il medico scrive il codice esenzione M00 direttamente sulla ricetta.

Attenzione

Alcune regioni hanno inserito specifiche regole per le quali occorre l’attestato di esenzione. Quindi chiedi al tuo medico curante se può apporre il codice esenzione direttamente sulla ricetta, oppure se occorre una specifica attestazione da parte dell’ASL. Contatta anche la tua ASL di riferimento in modo da avere risposte precise.

Se occorre l’attestato ASL, allora il tuo medico ti prescrive una ricetta per una visita di controllo presso una struttura pubblica, dove parlerai con un medico, informandolo che hai intenzione di intraprendere il percorso di maternità consapevole. A quel punto il medico ti rilascia un certificato e con quello si va in ASL.

Una volta ottenuta l’esenzione ASL (o anche senza, se nella tua regione non ce n’è bisogno), allora tutti gli esami preconcezionali può prescriverteli il tuo medico di base oppure un medico specialista di struttura pubblica. Può prescriverli anche il medico che lavora nei consultori familiari.

Occorre necessariamente il medico genetista o specialista pubblico, solo nei seguenti casi:

  • Hai avuto due aborti consecutivi;
  • Malattie con morte perinatale;
  • Storia familiare in cui sono presenti malattie ereditarie;
  • Prestazioni per l’accertamento di difetti genetici.

Infertilità

Non esiste attualmente una legislazione nazionale che preveda l’esenzione del ticket per l’infertilità di coppia. Lo stato prevede l’esenzione per gli esami preconcezionali, che molte donne confondono con gli esami per la sterilità, ma si tratta di due cose completamente differenti.

Gli esami preconcezionali sono gratuiti per tutte le coppie che vogliono iniziare a cercare un bimbo e più che altro sono esami che vanno a cercare patologie o comunque rischi per la mamma o il futuro feto. Certo, possono mettere in risalto problemi che influiscono sulla fertilità, ma non sono quelli proprio specifici. Per esempio infatti non è compreso lo spermiogramma.

Dunque, gli esami preconcezionali sono gratuiti per tutte le coppie indipendentemente dal reddito (leggi sopra al post) con codice esenzione M00. Per quanto riguarda invece i test specifici sull’infertilità, non sono previste esenzioni a livello nazionale.

Fivet

Per quando riguarda gli esami da fare prima della fivet (fecondazione in vitro), molti di questi esami sono quelli preconcezionali, quindi gratuiti con esenzione M00. Se il tuo medico ritiene opportuno aggiungerne anche altri non previsti tra quelli preconcezionali, allora quelli in più sono a pagamento.

Suggerimento

Informati presso il tuo medico curante se la tua regione prevede specifiche esenzioni.