Il mancato pagamento di un debito comporta delle conseguenze non proprio piacevoli: se possiedi un qualsiasi veicolo (auto, moto, barca), il tuo creditore potrebbe chiedere e ottenere un fermo amministrativo e quindi importi l’impossibilità di circolare con esso.

In questa guida completa sul fermo amministrativo ti spiego cos’è e come funziona, come controllare se una macchina è sottoposta a fermo amministrativo, come fare la verifica online e se è possibile farla gratis, come funziona il preavviso di fermo ed infine i termini di prescrizione previsti.

Cos’è e come funziona

Il fermo amministrativo è il divieto di circolazione di un veicolo (auto, moto, barca) disposto dalle autorità perché non hai pagato:

  • Le tasse e hai ricevuto una cartella esattoriale di Agenzia Entrate – Riscossione (ex Equitalia), anch’essa non pagata;
  • Una multa.

Un veicolo sottoposto a fermo amministrativo non può:

  • Circolare. Se circoli con un mezzo sottoposto a fermo amministrativo ti sarà comminata una multa di importo tra € 714 e € 2.859 e alla confisca del mezzo;
  • Essere radiato dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico, tenuto dall’ACI), quindi non si può demolire.

Attenzione

Puoi vendere un veicolo sottoposto a fermo, ma la persona che lo compra comunque non può circolare nè venderlo. Il veicolo è quindi “bloccato”.

Banca dati

Sul sito dell’ACI (Automobile club d’italia) puoi fare una verifica per controllare se un veicolo è sottoposto a fermo amministrativo: devi fare una visura completa. Grazie alla visura conoscerai:

  • Nome del proprietario del veicolo;
  • I dati tecnici del veicolo;
  • La presenza di ipoteche o fermi amministrativi.

La visura completa è valida sia per le auto che per le moto, purché di cilindrata di almeno 50 cc.

Non sono quindi registrati:

  • Motorini inferiori a 50 cc;
  • Veicoli agricoli;
  • Caravan e roulotte;
  • Autobus;
  • Barche.

Per fare la visura, tutto quello che ti serve è la targa del veicolo. Puoi farla:

  • Online sul sito dell’ACI, al costo di 8,83 euro;
  • Presso un ufficio provinciale ACI al costo dì 6 euro.

Veicolo

Se il tuo veicolo è sottoposto a fermo amministrativo, non puoi circolare né venderlo, né rottamarlo, né esportarlo. Quello che ti conviene fare per togliere il fermo è pagare il debito che lo ha generato, quindi la multa o la cartella esattoriale dell’Agenzia di riscossione (ex Equitalia). Se l’importo da pagare è molto alto, sappi che per legge puoi chiedere la rateizzazione fino a 120 rate mensili. Fino a quando non paghi il tuo debito, il fermo rimane lì, immobile.

Se hai un’auto sottoposta a fermo amministrativo, ricorda di pagare il bollo auto! Il bollo infatti non è solo una tassa che si paga sullo scorrimento stradale, come molti credono, ma una tassa di possesso e quindi va pagata anche in caso di fermo (art.7 della L. n. 09/2009)

Controllo

Se possiedi la targa del veicolo, puoi verificare se questo è sottoposto a fermo amministrativo. Fare questa verifica è molto semplice, puoi farla:

  1. Presso un ufficio provinciale ACI, al costo di 6 euro;
  2. Online, direttamente sul sito ACI, al costo di 8,83 euro pagando con Paypal, carta di credito, Postepay o altri wallet.

Fare la visura online è semplicissimo, devi solo inserire i tuoi dati:

I dati del veicolo, ossia targa e marca auto, inserire il codice captcha ed infine cliccare su effettua il pagamento per pagare il servizio e ottenere il risultato:

É molto importante che effettui un controllo, soprattutto se stai comprando un veicolo, per verificare che non sia sottoposto a fermo! Se lo fosse, non potrai guidarlo fino a che il vecchio proprietario estingue il fermo, quindi anche se tu non hai nulla a che vedere con i suoi debiti, comunque il fermo rimane attivo sull’auto. È chiaro che puoi anche decidere di comprare un’auto sottoposta a fermo, non c’è nulla che lo vieti, semplicemente non potrai guidarla fino a che il fermo viene tolto.

Suggerimento

Se hai già comprato l’auto e hai scoperto che è sottoposta a fermo, puoi chiedere l’annullamento della vendita oppure accordarti con il venditore per la restituzione di una parte del denaro pagato, quindi per una sorta di sconto, a seconda che tu voglia o meno tenere quell’auto.

Gratis

Diffida di chi ti dice di poter fare una visura online gratis per conoscere l’esistenza o meno di un fermo amministrativo. La procedura si paga e il costo minimo è di 6 euro se fai la richiesta a un ufficio del PRA. Ciò significa che qualsiasi agenzia privata che ti dice che è possibile farlo gratis, comunque dovrà pagare all’ACI i 6 euro.

Certamente nessuno vieta all’agenzia di pagare al posto tuo, magari perché quest’agenzia vuole fidelizzarti come cliente e quindi decide di offrire questo servizio a sue spese. Dunque, solo in questo caso puoi ottenere la visura gratis: se l’agenzia si accolla tutte le spese della pratica. Spese che, come detto, sono davvero irrisorie: si va da un minimo di 6 euro fino a 8,83 se decidi di farla online direttamente sul sito ACI.

Preavviso

Prima di ricevere la notifica di fermo vera e propria, le autorità devono inviarti un preavviso di fermo. Questa notifica di preavviso contiene:

  • L’indicazione del debito per cui stai rischiando il fermo;
  • La somma dovuta e la data;
  • I dati della cartella esattoriale.

Una volta ricevuto il preavviso, hai 20 giorni di tempo per saldare il tuo debito e quindi evitare il fermo. Dovrai pagare anche gli interessi e i costi per l’iscrizione a ruolo (è scritto tutto nella notifica).

Mancata notifica di preavviso

Se non hai ricevuto la notifica di preavviso, il fermo amministrativo è nullo. Per legge infatti, il debitore deve essere avvisato: non possono sottoporre a fermo la tua auto senza neanche avvisarti e darti la possibilità di pagare, di estinguere il tuo debito (G.D.P. di Milano, sez. I, sentenza n. 7280/2017).

Impugnazione

Se hanno sottoposto a fermo il tuo veicolo senza inviarti alcuna notifica, allora il fermo è impugnabile.

Prescrizione

Anche la procedura di fermo cade in prescrizione. Per esempio quando l’agente di riscossione non ti notifica una cartella di pagamento entro due anni calcolati dal giorno in cui il verbale è esecutivo. A quel punto infatti, l’agente di riscossione non può vantare più alcuna pretesa nei tuoi confronti: la pretesa creditoria è inesigibile.

Bollo auto

Se hanno sottoposto a fermo il tuo veicolo perché non avevi pagato il bollo auto, il fermo sopraggiunge se il bollo auto diventa inesigibile, ossia se passano quattro anni dalla data di scadenza e l’agenzia di riscossione ti notifica la cartella oltre questi quattro anni.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy