Gelateria franchising

Aprendo una gelateria in franchising puoi contare su sostanziali aiuti sia in fase di start up, che durante tutte la vita dell’attività. La casa madre (in gergo chiamata “franchisor”) ti aiuta nella progettazione del locale, nell’allestimento, nella formazione, nella pubblicità, ma nella gestione delle pratiche amministrative e burocratiche.

In questa guida completa sulle migliori gelaterie in franchising che puoi aprire in Italia ma anche all’estero, ti elenco i requisiti che devi possedere per diventare affiliato ed infine i costi che devi mettere in conto in fase di apertura, considerando che alcuni franchisor prevedono anche le interessanti formule a “costo zero” e in “conto vendita”.

Costo zero

Il “a costo zero” rappresenta un’opzione interessante per i nuovi affiliati. Con questa formula infatti l’affiliato non paga alla casa madre:

  • Royalties, ossia la percentuale sui guadagni. Il franchising di solito, prevede che versi alla casa madre una percentuale sui guadagni. Se quindi in un mese guadagni 10.000 euro, al franchising devi versare il 2, il 5, il 10% in base alla royalties prevista dal contratto. Grazie alla formula “a costo zero”, tutti i guadagni sono tuoi, al 100%, non hai nessuna royalties da versare al franchisor.
  • Fee di ingresso, è il costo da pagare al franchisor per il diritto di usare il marchio e per l’assistenza in fase iniziale. Con la formula “a costo zero” questa spesa non è dovuta.

Attenzione

“A costo zero” non significa gratis. Non esistono franchising da avviare senza investimento iniziale, senza soldi. C’è sempre comunque una somma da pagare, ma di solito questa comprende l’arredamento e la progettazione del locale.

Conto vendita

Un’altra formula molto interessante proposta da alcuni franchising è quella del conto vendita. grazie a questo accordo, non sei costretto a comprare un quantitativo preciso di merce: il franchisor te la spedisce, ma tu puoi restituire quella che non riesci a vendere. Tale formula si adatta molto bene ai negozi di abbigliamento, che così evitano di accumulare rimanenze in magazzino.

Nel caso delle gelaterie invece, il conto vendita si trasforma in una soluzione senza obbligo di quantità minime: in pratica grazie a questa soluzione, tu non sei costretto a comprare tipologie o quantità di gelato che non ti interessano. Puoi ordinare solo il gelato che ti interessa, senza per questo incorrere in alcuna penale contrattuale.

Crema e Cioccolato

Crema e cioccolato produce gelati senza conservanti, grassi idrogenati e coloranti. E’ un franchising che permette di aprire:

  • Gelateria e caffettiera al costo di 24.900 euro (anche se non di rado lancia delle offerte abbassando il costo a 6.900 euro);
  • Gelateria al costo di 19.900 euro (anche in questo caso, delle volte il costo viene ridotto a 4.900 euro).

Nel costo iniziale sono compresi:

  • Progettazione, arredamenti e attrezzature;
  • Assistenza in fase di start up;
  • Formazione;
  • Supporto per l’inaugurazione del locale;
  • Assistenza nella gestione.

Il franchising è a costo zero, quindi non prevede fee di ingresso né royaltes. Il costo ridotto è possibile perché nella tua gelateria non devi allestire un laboratorio: il gelato arriva già preparato, grazie a una rete di distributore che te lo consegna entro 24 ore dal tuo ordine.

Questo aspetto ha però un aspetto positivo e uno negativo: è positivo perché ti permette di ridurre i costi di gestione (ridotti consumi di elettricità e del personale); tuttavia non permette al locale di fregiarsi della caratteristica “artigianale” solo perché, appunto, il gelato arriva al tuo negozio già preparato e pronto all’uso. Ma questo non significa che non sia genuino e di qualità.

Per maggiori informazioni sul franchising scrivi a Crema e cioccolato.

La Romana

Azienda nata nel 1947, è una gelateria artigianale poiché dotata di un laboratorio proprio. Il prodotto è realizzato con ingredienti genuini, prodotti esclusivi (tipo le nocciole Piemonte) e latte rigorosamente biologico. Il gelato viene prodotto in piccole quantità ogni tre ore, in modo che la cremosità gustata dai clienti sia sempre perfetta.

Nel laboratorio devi occuparti di realizzare il gelato, partendo da dei semilavorati: la casa madre infatti ti rifornisce delle buste di gusti specifici, a cui tu devi solo aggiungere il latte biologico e versare tutto nella macchina. Il costo del franchising parte dai 200.000 euro, che comprende:

  • Arredamenti, attrezzature;
  • Assistenza e formazione;
  • Non sono previste royalties, quindi non devi pagare alla casa madre nessuna percentuale sui guadagni.

Qui puoi compilare il form di contatto per il franchising.

Bacio nero

Bacio Nero è una gelateria in franchising che fa gustare ai clienti il made in Italy al 100%: si tratta di un vero e proprio locale bar dove non solo propone gelato, ma anche caffè e cappuccini tradizionali e speciali, yogurt, tartine e pasta express.

Il gelato è di tipo artigianale, poiché il locale deve essere dotato di un laboratori proprio. La produzione deve seguire gli scrupolosi criteri della casa madre al fine di realizzare un gelato di specifici standard. Per aprire un locale Bacio Nero occorrono:

  • Un locale di almeno 20 – 180 mq;
  • 75.000 euro.

Nel costo sono compresi:

  • Arredamento, progettazione e attrezzatura;
  • Assistenza in fase id start up e burocratica;
  • Formazione.

Richiedi maggiori informazioni direttamente compilando il form franchising di Bacio nero.

Grom

Grom nasce nel 2002 e fonda la sua produzione su solidi princìpi: solo frutta fresca acquistata direttamente dai consorzi (e non dal mercato cittadino), niente coloranti, conservanti, aromi o emulsionanti; solo latte fresco di primaria qualità e uova di galline allevate a terra. I sorbetti sono composti per almeno la metà da frutta, a cui si aggiungono acqua di sorgente e zucchero di canna.

Grom al momento non accetta affiliazioni in franchising.