Incentivi auto elettriche

Il governo italiano ha messo a punto delle agevolazioni per l’acquisto delle auto elettriche (ecobonus auto) : lo scopo è quello di incentivare gli italiani a comprare veicoli a basse emissioni di CO2, allo scopo di salvaguardare l’ambiente riducendo l’inquinamento provocato dai motori a diesel e benzina.

In questa guida completa sugli incentivi auto elettriche ti spiego come funzionano, come richiederli al concessionario, se valgono anche per le auto usate, gli importi concessi sia in caso di acquisto auto elettriche con rottamazione delle tua macchina usata, sia in caso di rottamazione, infine quali sono i marchi e modelli delle auto elettriche e ibride che beneficiano dell’incentivo.

Come funzionano

La Legge 30 dicembre 2018, n. 14 è la manovra che ha previsto delle agevolazioni a favore di chi compra auto elettriche. Fino al 2021, se acquisti un’auto elettrica, hai diritto a questi incentivi statali:

  • Fino a 6.000 euro, con rottamazione della tua auto usata;
  • Fino a 4.000 euro, senza rottamazione della tua auto usata.

Hai diritto all’incentivo solo in presenza di entrambi i seguenti requisiti:

  • Auto nuova (non hai diritto all’agevolazione se compri un’auto elettrica usata);
  • Prezzo inferiore a 50.000 euro (IVA esclusa);
  • Auto di categoria M1, ossia auto fino a otto posti oltre a quello del conducente (dunque in tutto nove posti).

Importi

Come ti ho spiegato nel paragrafo precedente, ricevi un incentivo fino a 6.000 euro se contestualmente all’acquisto auto elettrica rottami la tua macchina usata; fino a 4.000 euro se non rottami l’auto. L’importo dell’incentivo dipende dalla quantità di emissioni di CO2 (inquinamento): minori sono le emissioni dell’auto elettrica che compri, maggiore è lo sconto a cui hai diritto. Ecco di seguito gli importi precisi:

Incentivi con rottamazione
Emissioni di CO2 (g/km)Contributo
Fino a 20 g/Km6.000 euro
Da 21 a 70 g/Km2.500 euro

Attenzione

L’incentivo è previsto solo in caso di rottamazione auto classe Euro 1, 2, 3 e 4. Quindi è chiaro che, se per esempio avevi già comprato un’auto elettrica e ora ne vuoi comprare un’altra rottamando la prima, in questo caso non hai diritto all’incentivo con rottamazione, ma a un incentivo come se fosse senza rottamazione.

Vediamo adesso gli sconti a cui hai diritto se decidi di rottamare la tua auto usata. In questo caso, l’incentivo ti spetta sempre se prendi una macchina con emissioni CO2 fino a 70 g/Km e un prezzo inferiore a 50.000 euro, ma siccome contestualmente stai rottamando una macchina vecchia, hai diritto a un incentivo maggiore:

Incentivi senza rottamazione
Emissioni di CO2 (g/km)Contributo
Fino a 20 g/Km4.000 euro
Da 21 a 70 g/Km1.500 euro

Marchi e modelli

Dopo aver visto la tabella con gli importi di incentivi e il livello di CO2 massimo accettato, possiamo capire quali auto danno diritto all’agevolazione: se l’auto elettrica che stai comprando ha emissioni di CO2 fino a 70 g/km, allora ti spetta. Chiedi al concessionario e, per ogni auto che ti interessa, fatti dire precisamente a quanto ammontano le emissioni di CO2, perché come hai visto nella tabella sopra, minori sono le emissioni e maggiore è lo sconto.

Ecco un elenco dettagliato delle auto che usufruiscono degli incentivi statali:

Incentivi auto elettriche
Marchi e modelli
(in elenco alfabetico)
Contributo statale (sconto)
  • Audi A3 e-tron
  • BMW Active Tourer 225xe
  • BMW Serie 5 530e
  • Kia Niro Plug In
  • Kia Optima Plug-in Hybrid
  • Kia Optima 2.0 Plug-in Hybrid
  • Mercedes GLC 350e
  • Mini Countryman Cooper S E
  • Mitsubishi Outlander Phev
  • Toyota Prius Plug-in Hybrid
Da 1.500 (se non rottami)
fino a 2.500 (se rottami un’auto usata)
  • BMW i3
  • Citroen C-Zero
  • Citroen e-Berlingo
  • Citroen E-Mehari
  • Hyundai Ioniq
  • Hyundai Kona EV
  • Kia Soul Eco Electric
  • Mitsubishi i-Miev
  • Nissan Leaf
  • Peugeot iOn
  • Renault Zoe
  • Smart Fortwo EQ
  • Smart forfour EQ
  • Tesla Model 3
  • Tesla Model S
  • Tesla Model X
  • Volkswagen e-Golf
  • Volkswagen e-Up!
Da 4.000 (se non rottami)
fino a 6.000 (se rottami un’auto usata)

Attenzione

L’elenco non è esaustivo perché le case automobilistiche potrebbero aggiornarlo con nuovi modelli.

Si tratta quindi di auto elettriche oppure auto ibride. Le auto ibride sono quelle macchine che hanno due alimentazioni: una elettrica e una classica a benzina. Alcuni dicono che con un’auto ibrida puoi sfruttare il motore elettrico quando sei in città e usare invece quello a benzina quando sei in autostrada e desideri dare maggiore potenza al tragitto.

Tuttavia c’è da dire che anche le auto elettriche ormai sono potenti e garantiscono un’accelerazione senza precedenti, quindi ormai questo fattore non è più un discriminante: puoi comprare un’auto elettrica e avere la garanzia di un motore performante.

Una volta le auto elettriche erano un miraggio per molti di noi: solo lussuosi modelli che costavano almeno sei cifre. Ebbene, quei giorni sono finiti: siamo entrati nella terza generazione di alcuni modelli e oggi ci sono dozzine di auto elettriche e ibride il cui costo è inferiore ai 50.000 euro.

Gli incentivi statali sono dedicati proprio alle auto con prezzo minore di 50.000 euro, a riprova che non si tratta di un’agevolazione a favore dei ricchi, ma di chiunque voglia contribuire alla salvaguardia dell’ambiente acquistando una macchina elettrica o ibrida.

Usate

Essendo nate da anni ormai, in giro puoi anche trovare delle ottime auto elettriche usate, oppure auto ibride usate. Il prezzo è chiaramente inferiore rispetto a una macchina nuova, quindi in tal senso c’è un risparmio economico. Considera però che puoi usufruire degli incentivi auto elettriche solo se compri un veicolo nuovo, non usato! Ecco perché ti conviene fare bene i conti prima di comprare un’auto elettrica nuova o usata.

Hai deciso di comprare un’auto elettrica il cui prezzo, nuova, è di 30.000 euro. Siccome ha bassissime emissioni di CO2 e hai deciso di rottamare la tua vecchia auto, avresti diritto a un incentivo di ben 6.000 euro, che fa quindi scendere il prezzo da 30.000 a 24.000 euro.

Supponiamo che trovi la stessa auto usata, immatricolata da pochissimi anni, al prezzo di 22.000 euro. La differenza è di soli 2.000 euro rispetto a un’auto nuova, quindi probabilmente non ti conviene comprare quella usata. Acquistando una macchina usata infatti, non hai diritto ad alcun incentivo: le agevolazioni auto elettriche sono dedicate solo all’acquisto di veicoli nuovi.

Inquinano di più

Alcuni si chiedono se realmente le auto elettriche inquinino di meno rispetto alla benzina e al diesel. Nel 2018 risponde l’European Environment Agency (EEA) – Agenzia Europea per l’Ambiente: le macchine elettriche sono più ecologiche rispetto a quelle a diesel/benzina, sia in termini di emissioni di CO2, che di polveri sottili, PM10 o altre particelle inquinanti (Report: “Electric vehicles from life cycle and circular economy perspectives“).

Lo stesso discorso vale per l’inquinamento elettromagnetico: la Commissione Internazionale per la protezione da radiazioni non-ionizzanti (ICNIRP) ha effettuato uno studio sulle macchine elettriche. Tutte le macchine elettriche hanno generato un’esposizione elettromagnetica inferiore al limite legale: nel peggiore dei casi, meno del 20% del limite. Quindi gli scettici possono ricredersi: non è vero che inquinano di più.

L’industria petrolifera è una delle più redditizie che il mondo abbia mai conosciuto, vale miliardi di dollari, è stata oggetto di conflitti sociali, economici, guerre. E mentre l’incendio del petrolio continua a riscaldare la Terra in modo insostenibile, non è così fantasioso immaginare una sua discesa nel tempo: complici la riduzione del prezzo delle auto elettriche, che le rende accessibili a una schiera maggiore di popolazione e gli incentivi che gli stati hanno deciso di dedicare a questa causa.