È una consuetudine di tutte le aziende italiane, stipulare il contratto di assunzione per iscritto, sebbene come vedremo più avanti la normativa italiana non lo impone. Pochi sanno che un contratto di lavoro è valido anche se stipulato verbalmente. Per tutelare maggiormente le parti comunque, il contratto scritto è auspicabile.

In questa guida completa sulla lettera di assunzione ti spiego cos’è e come funziona, cosa deve contenere, la differenza tra lettera e contratto di assunzione, ti fornisco dei fac simile di lettera assunzione a tempo determinato, indeterminato, part time e per l’assunzione di lavoratore domestico (baby sitter, colf, badante).

Cos’è e come funziona

Non tutti lo sanno, eppure è una realtà: la legge non obbliga a stipulare i contratti di lavoro in forma scritta (ex art. 1350 c.c.). Un’azienda può assumere un lavoratore anche oralmente, anzi, il semplice recarsi a lavoro da parte del dipendente concretizza il rapporto di lavoro, con tutti i diritti e doveri che ne derivano.

Differenza tra lettera di assunzione e contratto di lavoro

Non c’è nessuna differenza a livello legale tra lettera di assunzione e contratto di lavoro; entrambi si riferiscono all’assunzione di un lavoratore. Alcune aziende hanno l’usanza di stipulare un contratto di lavoro, altri di scrivere una lettera di assunzione, ma entrambi hanno la stessa funzione e non cambia nulla. Quindi, intestare il documento “lettera di assunzione” oppure “contratto di lavoro” non fa alcuna differenza.

Lettera di impegno all’assunzione

Spesso quando un’azienda assume, invia prima di tutto al lavoratore una lettera di impegno all’assunzione, ossia una lettera con cui si impegna ad assumerlo entro il giorno x. Questo documento è molto importante, per un semplice motivo, vediamo subito quale.

Supponiamo che il lavoratore sia impiegato presso un’azienda e quindi per accettare la nuova proposta deve prima dare le dimissioni. Chiaramente, chiedere al lavoratore di lasciare l’attuale azienda senza dargli alcuna garanzia, è quanto meno azzardato e poco rispettoso del lavoratore.

Supponiamo infatti che l’azienda assumente cambi idea e decida di non assumerlo più: il lavoratore si troverebbe senza nuovo lavoro e senza quello vecchio. Non avendo nessun documento scritto, non potrebbe neanche chiedere alcun risarcimento alla nuova azienda, rea di non aver mantenuto la sua promessa di assunzione.

Ecco perché le aziende stipulano spesso una lettera di impegno: le risorse umane inviano questa lettera con cui si impegnano ad assumerlo entro la data X, quindi si vincolano. Una volta che il lavoratore firma, anch’egli si vincola e in questo modo entrambe le parti sono tutelate. Se uno dei due non rispetta l’accordo, l’altro potrà chiedere il risarcimento dei danni.

Invio via email

Molto dibattuto è l’argomento sulle modalità di invio della lettera di impegno all’assunzione. Le aziende usano spesso inviarle via email e molti lavoratori si chiedono se sia valido un documento inviato in tale modo. Innanzitutto occorre che il responsabile delle risorse umane abbia firmato il documento di suo pugno. Inoltre, per il lavoratore è consigliabile chiedere all’azienda anche l’invio tramite raccomandata A/R, in modo da avere l’originale.

Fac simile

Come detto in apertura, per dare il via a un rapporto di lavoro la legge non impone la forma scritta. Il contratto è stipulato anche oralmente. Tuttavia, le aziende usano la forma scritta proprio per avere certezza degli accordi e per mettere in chiaro determinate clausole, diritti e doveri.

Cosa deve contenere

La lettera di assunzione deve contenere degli elementi essenziali:

  • Nome dell’azienda;
  • Dati del dipendente;
  • Data di assunzione e data di cessazione del rapporto (se a tempo determinato);
  • Compenso;
  • Orario e sede di lavoro.

Ecco di seguito alcuni fac simile da scaricare.

Tempo indeterminato

Il contratto a tempo indeterminato è un accordo con cui l’azienda assume il lavoratore senza scadenza. Nella lettera quindi non c’è alcuna data di cessazione del rapporto. Ecco di seguito un fac simile del contratto, sia in formato doc che Pdf.

Scarica subito il modulo fac simile compilabile WORD della lettera di assunzione a tempo indeterminato.

Scarica subito il modulo fac simile PDF della lettera di assunzione a tempo indeterminato.

Tempo determinato

Il contratto a tempo determinato è un accordo con cui l’azienda assume un dipendente indicando una scadenza. Per esempio “Il lavoratore è assunto per sei mesi con scadenza il giorno X”. In questo caso, alla scadenza prevista il contratto si risolve, a meno che le parti decidano di prorogarlo oppure trasformarlo a tempo indeterminato.

Scarica subito il modulo fac simile compilabile WORD della lettera di assunzione a tempo determinato.

Scarica subito il modulo fac simile PDF della lettera di assunzione a tempo determinato.

Part time

Con il contratto part time, l’azienda assume il dipendente per un tempo ridotto. Il full time è un contratto di 40 ore settimanali, mentre il part time è un contratto che indica un numero di ore inferiore a 40 settimanali. Quindi possono essere 36 ore, 30, 24 ore settimanali.

Inoltre il part time può essere di tipo:

  • Orizzontale, quando il contratto prevede un orario di lavoro quotidiano ma ridotto;
  • Verticale, quando il lavoratore lavora full time ma solo per alcuni giorni della settimana o del mese. Per esempio: contratto part time di 24 ore settimanali, con part time verticale composto da 8 ore di lavoro dal lunedi al mercoledi.

Scarica subito il modulo fac simile compilabile WORD della lettera di assunzione part time.

Colf

In caso di assunzione di una colf, badante o baby sitter, non è obbligatorio stipulare un contratto di lavoro scritto, così come non lo è per tutti i lavoratori. Tuttavia, la cosa migliore da fare è mettere tutto per iscritto, in modo che se un giorno dovessero sorgere delle controversie c’è un documento firmato da ambo le parti che fa testo.

I dati importanti da inserire nel contratto sono:

  • Dati del datore di lavoro;
  • Dati della colf, badante, baby sitter;
  • Data di inizio del lavoro e della fine (se a tempo determinato);
  • Ore di lavoro;
  • Ferie;
  • Tredicesima.

Le parti devono firmare il contratto in duplice copia: una va al lavoratore domestico e una al datore di lavoro.

Scarica subito il modulo fac simile compilabile WORD della lettera di assunzione lavoratore domestico.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy