Non hai la patente della macchina, ma ti piacerebbe avere un motorino, di quelli che non superano i 45 km/h oppure, perché no, una minicar, quelle macchine con velocità massima sempre di 45 km/h. In questi casi il certificato che serve è la patente AM, meglio conosciuta come patentino.

In questa guida completa sul patentino 50 ti spiego cos’è e quando serve, che tipo di patente è, come si svolge l’esame, dove farlo, qual è il costo come privatista e quanto costa farsi aiutare da una scuola guida, infine come rinnovare il patentino quando è scaduto.

Cos’è e quando serve

Il patentino 50 è il certificato che ti autorizza a guidare i ciclomotori, tra cui rientrano i classici motorini e microcar, ossia ciclomotori che non superano i 50 di cilindrata (50 centimetri cubici, che indicano la grandezza del motore).

Età

Hai 14 anni e quindi non possiedi la patente di tipo B, per la quale devi attendere i 18 anni. In tal caso, se desideri avere un ciclomotore 50 cc, devi prendere il patentino. Questo patentino è obbligatorio per tutti coloro che desiderano guidare un ciclomotore 50 cc ma non hanno nessun’altra patente.

Che tipo di patente è

Il patentino 50, tecnicamente si chiama patente AM e permette di guidare motorini e microcar. Di seguito vediamo cosa puoi guidare con questo tipo di patente.

Cosa posso guidare

Con la patente AM puoi guidare:

  • Motorini a due ruote con cilindrata fino a 50 cc e velocità fino a 45 km/h, in pratica i classici “cinquantini”;
  • Veicoli a tre ruote con cilindrata fino a 50 cc e velocità fino a 45 km/h; oppure, in caso di motore elettrico, con potenza nominale fino a 4 KW;
  • Quadricicli con massa fino a 425 kg, velocità fino a 45 km/h e cilindrata fino a 50 cc.

Se hai già la patente B, ossia quella classica per la macchina, allora se vuoi guidare un ciclomotore fino a 50 cc non ti serve il patentino: hai già la patente B che racchiude la possibilità di guidare questi ciclomotori. Chiaramente, se hai meno di 18 anni è impossibile che tu abbia la patente B e quindi per guidare un ciclomotore fino a 50 cc (o una microcar – ossia la “macchina 50”) devi prendere il patentino.

Esame

Per ottenere il patentino devi superare:

  1. Esame teorico;
  2. Esame pratico.

Teoria

L’esame teorico è un quiz. Online puoi trovare tanti siti che offrono dei quiz simulati, quindi puoi provarli e testare la tua preparazione.

Esame pratico

Per i ciclomotori a due ruote: devi recarti in un’area attrezzata e indicata dalla Motorizzazione, dove c’è un loro funzionario. Con il motorino devi fare varie prove, tra cui la preparazione del motorino (sistemazione sedile, specchietto, ecc.), slalom (ci sono appositi ostacoli atti proprio a creare lo slalom), otto, passaggio in corridoio stretto, frenata e verifica della guida nel traffico.

Per i ciclomotori a tre/quattro ruote, siccome il tipo di veicolo te lo consente, hai a fianco un tecnico che funge da istruttore e ti indica cosa fare per testare la tua preparazione. Un po’ come avviene con la classica patente B per l’auto, dove nel sedile a fianco a te c’è il funzionario della Motorizzazione che, mentre guidi, controlla se sei preparato. Anche in questo caso, l’esame pratico consiste in varie prove: preparazione del veicolo (accensione, controllo specchietti, ecc.), curva, parcheggio, marcia indietro, frenata.

Costo

Per quanto riguarda il costo da sostenere per prendere il patentino, ci sono due voci di costo da considerare:

  • I versamenti da fare alla Motorizzazione. Questi costi devi sostenerli in qualunque caso, che tu scelga di fare l’esame da privatista oppure accompagnato da una scuola guida;
  • Il costo della scuola guida, se decidi di frequentare un corso.

I versamenti da fare alla Motorizzazione Civile sono:

  • 58,40 euro da versare tramite bollettini alla Motorizzazione (trovi i bollettini presso la Motorizzazione Civile);
  • 5 euro per le fototessere;
  • 30 – 90 euro per la visita medica (puoi prenotarla presso la tua ASL di riferimento);
  • 1 marca da bollo da 16 euro da apporre al certificato medico.

Se decidi di affidarti a un’autoscuola, puoi scegliere tra due servizi:

  • Completo, ossia segui con loro un corso e sempre tramite loro prenoti l’esame teorico e poi quello pratico. Il costo in questo caso si aggira attorno ai 200/250 euro;
  • Solo esame pratico, se hai già superato l’esame teorico come privatista. La scuola guida ti fornisce il ciclomotore per l’esame pratico. Il costo in questo caso va dai 90 ai 140 euro.

Dove farlo

Se ti rivolgi a una scuola guida, fanno tutto loro: tu devi solo pagare la quota di iscrizione, seguire il corso e presentarti il giorno dell’esame teorico e poi quello pratico. La scuola solitamente prenota tutto: dalla visita medica agli esami. Se invece decidi di fare tutto da privatista, recati presso la Motorizzazione Civile, richiedi i vari bollettini postali e pagali. Infine prenota la visita medica (tramite ASL).

Ecco i documenti da presentare alla Motorizzazione Civile (e anche alla scuola guida, perché comunque dovrà inviarli alla Motorizzazione):

  • Documento di identità e fotocopia fronte retro;
  • Permesso di soggiorno se sei extracomunitario e fotocopia fronte retro;
  • 2 fototessere con fondo bianco;
  • Certificato medico dell’ASL non vecchio più di 3 mesi.

La visita medica serve ad accertare udito e vista, anche con l’uso di occhiali o lenti a contatto. Per ottenere la patente non sono ammesse protesi agli arti.

A scuola

Lo sapevi che puoi ottenere il patentino anche a scuola? Previa domanda dei genitori degli studenti, le scuole organizzano corsi gratuiti per l’ottenimento del patentino 50: sono le famiglie che devono presentare alla scuola apposita domanda affinché la scuola si occupi del corso.

I corsi sono gratuiti, nel senso che la scuola non chiede alcun prezzo ma, chiaramente, devi pagare i costi dovuti alla Motorizzazione (vedi nei paragrafi precedenti). La scuola individua i docenti che terranno il corso.

La durata del corso a scuola è di 20 ore, durante le quali si studiano i segnali stradali e le norme di comportamento da tenere alla guida. Sono ammesse massimo 3 ore di assenza, se le superi non puoi più partecipare all’esame.

Scaduto

Il patentino AM, come tutte le patenti, ha una sua durata:

  • Se hai fino a 50 anni di età, devi rinnovarlo ogni 10 anni;
  • Dai 50 ai 70 anni, devi rinnovarlo ogni 5 anni;
  • Dai 70 agli 80 anni, devi rinnovarlo ogni 3 anni;
  • Oltre gli 80 anni, devi rinnovarlo ogni 2 anni.

Rinnovare

Per rinnovare la patente, non devi rifare gli esami ma semplicemente rifare la visita medica: rivolgiti all’ASL per prenotarla. Il giorno della visita medica porta:

  • 1 fototessera;
  • Le ricevute di versamento dei bollettini intestate alla Motorizzazione (puoi reperirli in Motorizzazione);
  • Il denaro per pagare la visita medica (il giorno in cui prenoti in ASL ti diranno quanto costa precisamente).

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy