Hai deciso di sposarti, di comprare la prima casa, oppure di comprare l’auto dei tuoi sogni? Se sei un dipendente o un pensionato della Pubblica Amministrazione (docenti, Forze dell’ordine, ecc.), puoi accedere a un particolare finanziamento erogato dall’INPS.

In questa guida completa sul prestito pluriennale INPS ti spiego cos’è e come funziona, per quali motivazioni puoi richiederlo, come ottenerlo per affrontare le spese matrimonio figlio, l’acquisto di una casa (per te o i figli), l’acquisto auto o moto, ti spiego come fare una simulazione prestito tramite il sito INPS infine ti fornisco il regolamento emanato dall’istituto con tutti i dettagli del finanziamento.

Cos’è e come funziona

Il prestito pluriennale INPS è un finanziamento che l’INPS concede a:

  1. Dipendenti pubblici;
  2. Pensionati ex dipendenti pubblici.

Puoi accedere al prestito solo se sei pensionato, oppure dipendente con contratto a tempo indeterminato, oppure con contratto a tempo determinato con durata che copre tutta la durata di rimborso del prestito.

Esempio

Se il tuo contratto a tempo determinato scade tra 3 anni, allora non puoi ottenere un prestito pluriennale (perché la durata minima dei prestiti pluriennali, come vedrai nel prossimo paragrafo, è di 5 anni). Se il tuo contratto a tempo determinato scade tra 5 anni, allora puoi ottenere un prestito con scadenza 5 anni.

La durata minima del prestito pluriennale è pari a 5 anni, se il tuo contratto di lavoro scade tra meno di 5 anni, puoi provare a chiedere un piccolo prestito INPS.

Durata

Il prestito pluriennale INPS può avere durata:

  • 5 anni, da rimborsare in 60 rate mensili;
  • 10 anni, da rimborsare in 120 rate mensili.

Puoi presentare domanda per il prestito tramite il sito INPS oppure tramite la tua amministrazione.

Motivazioni

Il regolamento per prestiti INPS entrato in vigore il 1° maggio 2020 (e che puoi scaricare in fondo a questa guida), elenca le motivazioni per cui puoi richiedere un prestito pluriennale INPS. Le motivazioni sono tantissime, ecco le più diffuse:

  • Spese mediche, sanitarie, cure odontoiatriche;
  • Acquisto auto;
  • Acquisto casa, terreno;
  • Costruzione o ristrutturazione casa;
  • Spese condominiali;
  • Estinzione anticipata di mutuo o altri prestiti;
  • Matrimonio;
  • Matrimonio figli;
  • Nascita figli.

Di seguito puoi scaricare l’estratto del regolamento, con l’elenco completo e dettagliato delle motivazioni:

Scarica subito l’elenco delle motivazioni complete per le quali l’INPS può concederti il prestito pluriennale.

Per matrimonio figlio

Se tuo figlio sta per sposarsi e desideri aiutarlo, puoi chiedere un prestito pluriennale INPS di durata 5 o 10 anni. Alla domanda devi allegare:

  1. Autocertificazione stato di famiglia;
  2. Dichiarazione che attesti il rapporto di parentela;
  3. Dichiarazione che i documenti inviati sono conformi agli originali in tuo possesso;

Tutti questi 3 documenti li trovi direttamente nel modulo di domanda fornito dall’INPS.

Inoltre, devi aggiungere questa ulteriore documentazione, a seconda del caso:

  1. Matrimonio non ancora avvenuto. Devi allegare l’autocertificazione attestante le avvenute pubblicazioni di nozze e i preventivi di spesa (o fatture se già pagate).
  2. Matrimonio già avvenuto. Devi allegare l’autocertificazione attestante il matrimonio, luogo e data di celebrazione e le fatture/ricevute delle spese effettuate.

Acquisto auto

Puoi chiedere un prestito pluriennale INPS di durata 5 o 10 anni per comprare auto o moto o bici, per te, oppure per il tuo coniuge, parte di unione civile, convivente stabile facente parte del tuo stato di famiglia, figli.

Alla domanda devi allegare:

  1. Autocertificazione stato di famiglia;
  2. Dichiarazione che i documenti inviati sono conformi agli originali in tuo possesso;

Tutti questi 2 documenti li trovi direttamente nel modulo di domanda. Devi inoltre aggiungere:

  1. Preventivo di spesa;
  2. Copia della fattura pagata per l’acconto acquisto auto.

Se stai comprando da un privato, occorre copia della ricevuta del bonifico e copia del libretto di circolazione da cui si evince il passaggio di proprietà.

Tabella

Dal sito Inps puoi scaricare il Prontuario con tutte le tabelle sapere l’importo del prestito in base alla rata, sia per i Piccoli prestiti (di cui ne abbiamo parlato qui) che di Prestiti pluriennali.

In caso di esito positivo alla tua domanda, l’INPS ti erogherà il prestito sotto forma di cessione del quinto dello stipendio o della pensione. I piccoli prestiti hanno una durata da 1 a 4 anni, mentre i prestiti personali hanno una durata di 5 o 10 anni.

Simulazione

Hai deciso di chiedere un prestito pluriennale, ma non sai quanto puoi chiedere in base al tuo stipendio. Oppure hai già una somma precisa che ti interesserebbe e vuoi capire se puoi ottenerla. Proprio per rispondere a queste esigenze, l’INPS ha messo a disposizione un servizio di simulazione semplicissimo da usare. Nello specifico, puoi scegliere tra 3 differenti simulazioni:

  • Simulazione prestito. Devi solo inserire il tuo stipendio e il sistema ti dice che importo di prestito puoi ottenere;
  • Simulazione per rate ideale. Inserendo il tuo stipendio, il sistema ti dice la rata massima che puoi pagare;
  • Simulazione per importo specifico. Questo applicativo ti aiuta molto se sai già quale somma di denaro ti serve. Per esempio, se sai già che ti servono 20.000 euro, inserisci la somma, il tuo stipendio e il sistema ti dice se puoi ottenere quel prestito.

Accedi al servizio simulazione INPS e scegli con quale metodo simulare.

Docenti

Il prestito pluriennale INPS è dedicato ai dipendenti del settore pubblico: rientrano quindi i docenti della scuola, di qualsiasi ordine e grado, i lavoratori impiegati nelle Forze dell’Ordine, nelle Forze Armate, ecc. Sia in servizio che in pensione.

Possono accedere al prestito sia gli insegnanti assunti a tempo determinato, che quelli assunti a tempo determinato. In questo ultimo caso però, possono accedere a un finanziamento di durata massima pari a quella del contratto.

Esempio

Hai un contratto a tempo determinato che scade fra 4 anni. Puoi accedere solo a prestiti INPS con durata fino a 4 anni (che rientra nella categoria dei cosiddetti “piccoli prestiti”). I prestiti pluriennali hanno durata minima di 5 anni.

Regolamento

L’INPS ha emanato un regolamento per l’erogazione dei prestiti, valido a partire dal 1 gennaio 2020. Il regolamento riguarda:

  1. Piccoli prestiti INPS (ossia con durata di 1, 2, 3, 4 anni);
  2. Prestiti pluriennali (ossia con durata di 5 o 10 anni).

Il regolamento contiene tutte le informazioni inerenti a:

  • Ambito di applicazione;
  • Tasso di interesse;
  • Durata del prestito;
  • Presentazione della domanda;
  • Requisiti di accesso.

Scarica subito il regolamento INPS relativo ai piccoli prestiti e ai prestiti pluriennali.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy