Ogni anno, l’Agenzia delle Entrate predispone la dichiarazione dei redditi precompilata: grazie a questa possibilità, puoi loggarti al sito dell’Agenzia delle Entrate, visionarla e confermarla. Se ci sono dei dati mancanti, puoi inserirli attraverso l’apposita funzione.

In questa guida completa ti spiego come inserire le spese mediche mancanti nel 730 precompilato, innanzitutto come visualizzare la dichiarazione, controllare i dati, eventualmente modificarli, confermare il modello e inviarlo all’Agenzia dell’Entrate, infine come annullare un 730 già inviato se ti accorgi di aver commesso degli errori.

Cosa sono

Ogni anno l’Agenzia delle Entrate prepara la dichiarazione dei redditi precompilata. Si tratta del modello 730 già compilato con le spese effettuate e il calcolo dell’eventuale rimborso IRPEF che ti spetta. Una soluzione dunque molto comoda, che ti evita di andare dal commercialista o dal CAF.

Se tu l’accetti così com’è, senza fare alcuna modifica, praticamente stai accettando quello che ha già calcolato l’Agenzia delle Entrate, quindi la tua dichiarazione risulta già approvata, essendo emessa dall’Agenzia stessa. Non è come un classico 730 presentato da te, dove l’Agenzia deve fare gli opportuni controlli: hanno già fatto tutto al posto tuo.

Nella dichiarazione precompilata trovi le spese mediche sostenute per:

  • Farmaci, comprati in farmacia o parafarmacia;
  • Prestazioni eseguite da psicologi, infermieri, radiologi, ostetriche, ottici, tecnici della riabilitazione, biologi, dentisti;
  • Farmaci e prestazioni veterinarie;
  • Spese sostenute presso ASL, ospedali, istituti di cura, Policlinici, poliambulatori.

Le spese che trovi già inserite riguardano:

  • Ticket;
  • Visite mediche;
  • Esami diagnostici e strumentali;
  • Ricoveri;
  • Certificati medici;
  • Altre prestazioni sanitarie (per esempio eseguite da fisioterapisti).

Quando succede

Quando l’Agenzia delle Entrate prepara la dichiarazione precompilata, grazie ai controlli incrociati e i dati ottenuti da medici, ospedali, farmacie e istituzioni, inserisce nel 730 le spese sanitarie che hai sostenuto l’anno scorso.

L’Agenzia delle Entrate pone la massima attenzione nella compilazione e il reperimento dei dati, tuttavia può succedere che qualche dato risulti mancante. Ecco perché, prima di accettare il 730 precompilato, ti consigliamo di controllarlo attentamente, voce per voce, per verificare la presenza di eventuali error

Oppure può succedere che inserisci tu qualche dato e poi ti rendi conto di avere sbagliato. Il 730 precompilato dall’Agenzia infatti, è modificabile, se noti che manca qualcosa oppure qualche dato è sbagliato rispetto ai documenti/ricevute che possiedi tu.

A seconda dei casi puoi procedere con la modifica del 730 per inserire le spese mediche mancanti oppure con l’annullamento del 730 e l’invio di uno nuovo.

Come inserirle

Come inserire spese mediche mancanti nel 730 precompilato. Puoi accedere alla tua dichiarazione precompilata tramite questa pagina ufficiale. Una volta che sei entrato nella tua area personale (tramite SPID, PIN INPS, username e password fornite dall’Agenzia delle Entrate, ecc.), visualizzi questa pagina, dove ti dice da quando puoi visualizzare la tua precompilata, da quando puoi accettarla o modificarla, ecc.

A questo punto i passi da seguire sono i seguenti:

  1. Clicca su Visualizza, per visualizzare la tua dichiarazione precompilata;
  2. Scegli il modello per presentare la dichiarazione. Se sei un dipendente (nel settore pubblico o privato) o un pensionato scegli il modello 730. Se hai una partita IVA scegli il modello PF.
  3. Accetta o modifica i dati che trovi inseriti;
  4. invia e stampa la tua dichiarazione;
  5. fai il logout dalla tua area.

L’applicazione è molto semplice da usare, infatti una volta visualizzata la dichiarazione, puoi cliccare sulle spese mediche ed effettuare delle modifiche. Ecco come appaiono le spese mediche che hai sostenuto, in elenco, con data, nome del soggetto emittente e importo speso:

Annullamento e rinvio

Se hai già trasmesso il 730 e ti sei reso conto di aver commesso un errore. Tramite l’applicativo web, puoi annullare la dichiarazione che hai già inviato e inviarne una nuova. L’annullamento è possibile solo a partire dalla fine di maggio (di solito intorno al 20/25) e fino a un termine massimo (solitamente intorno al 20/23 giugno).

Quando annulli il 730 già inviato, il sistema cancella ogni dato che hai precedentemente indicato e appare di nuovo la dichiarazione precompilata come da Agenzia delle Entrate. Quindi prima di annullare la dichiarazione, accertati che sia realmente necessario.

Puoi annullare il tuo 730 tramite questa procedura:

  1. Loggati al sito dell’Agenzia delle Entrate tramite le tue solite credenziali.
  2. Controlla lo stato della ricevuta di invio del 730, se appare la scritta “Elaborato”, significa che hai correttamente inviato il tuo 730 e quindi ora puoi procedere con l’annullamento. Se avevi aggiunto dati nella sezione Redditi aggiuntivo oppure nella sezione Reddito Correttivo, è necessario ripristinare queste sezioni e solo dopo puoi continuare con l’annullamento del 730. Quindi entra in Redditi aggiuntivo (oppure Redditi Correttivo, a seconda di quella che avevi compilato) e clicca su Ripristina. Ora puoi continuare con l’ultimo passo.
  3. Per annullare il 730 clicca infine su “Richiedi annullamento 730”. Il sistema ti chiederà di inserire nuovamente le credenziali (se sei entrato tramite Fisconline devi inserire il codice PIN, se sei entrato tramite PIN INPS devi inserire il PIN INPS, se sei entrato con SPID devi inserire SPID, ecc.). Se si tratta di una dichiarazione congiunta, solo chi ha inoltrato il 730 deve annullarlo, l’altra parte non deve fare nulla.

Una volta annullato il 730, il sistema rimuove anche l’F24 che aveva già predisposto in base alla tua vecchia dichiarazione ora cancellata. Vai infine nella sezione Ricevute, in modo da scaricare e stampare la ricevuta di annullamento sia del 730 che del modello F24.

Attenzione

Puoi annullare il 730 e rinviarlo una volta sola, quindi cerca di non sbagliare.

Attenzione

Ricorda che una volta che annulli il 730, l’Agenzia delle Entrate non possiede più il tuo 730: ricorda di inoltrare quella nuova.

Suggerimento

Se sbagli a inserire alcuni dati e vuoi tornare alla dichiarazione originale, così come l’aveva compilata l’Agenzia delle Entrate, non devi far altro che cliccare sul pulsante “Ripristina”.

Newsletter

Ricevi gratuitamente le nuove guide di economia e di finanza di Soldioggi.it direttamente al tuo indirizzo email.

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni dell'informativa della privacy